Come utilizzare il tethering gratis su iPhone con Vodafone

Come utilizzare gratuitamente il tethering vodafone con l'iPhone

Se abbiamo un iPhone, probabilmente avremo stipulato con il nostro operatore un’offerta che ci consenta di chiamare, inviare SMS e soprattutto navigare su internet ad un costo fisso mensile, risolvendo così il problema di pagare in base a quanto stiamo connessi alla rete.

Le offerte per smartphone sono varie e possono comprendere più o meno GB di navigazione; resta il fatto che da iPhone non si naviga molto bene, e se in mobilità non troviamo grandi difficoltà, in presenza di un iPad o di un computer, dove si naviga sicuramente meglio, sarebbe bello poter sfruttare il traffico a disposizione su questi dispositivi piuttosto che sul telefono.

L’iPhone ci mette a disposizione questa possibilità, attivabile dall’app Impostazioni del dispositivo con il nome di Hotspot Personale.

In pratica ci consente di creare una rete Wi-Fi ad hoc che sfrutta il telefono come modem, in modo da poterci connettere anche da altri dispositivi: questa operazione si chiama tethering.

Il problema è che non tutti gli operatori sono d’accordo con questo sistema. Del resto, se navigassimo sia da iPhone che da iPad (o da chiavetta) loro intascherebbero il doppio, per questo motivo cercano di non farci utilizzare il tethering.

Vodafone, in particolare, è probabilmente l’operatore che va maggiormente per il sottile: ci scala in fatti dal credito 5 euro ogni volta che attiviamo la funzione “HotSpot Personale” dalle Impostazioni. Proviamo a farlo quattro o cinque volte e sicuramente ci passerà la voglia.

È vero che i GB ci vengono messi a disposizione da Vodafone e che l’operatore può gestirli come vuole, ma è anche vero che noi quei GB li abbiamo pagati, e non è bello non poterne usufruire come preferiamo.

In questo articolo vi riporteremo due metodi per evitare l’addebito da parte di Vodafone di questa spesa inutile. Il primo è gratuito ma un po’ più complesso, il secondo è semplice ma costa 5 euro (una volta sola, però).

Modificare l’APN del tethering manualmente

Questo metodo è uno di quelli più conosciuti, e noi ve ne abbiamo parlato qualche tempo fa.

Prima di rimandarvi alla guida, però, ci sono un paio di cose da sapere.

Cercando di risolvere un problema relativo agli APN di navigazione, sembra che Apple abbia, più o meno volontariamente, tolto la possibilità di eseguire questa operazione. Se ne sono accorti alcuni utenti americani, che hanno avuto lo stesso nostro problema con un operatore diverso da Vodafone ma che, per il tethering, si comportava allo stesso modo.

La modifica è stata effettuata dalla versione di iOS 7.0.3, quindi se avete questa versione oppure iOS 7.0.4 non è detto che la guida funzioni; per le versioni di iOS precedenti, invece, non ci sono problemi.

Il metodo è visualizzabile in questa pagina del nostro sito, ma personalmente non l’ho provato dopo l’aggiornamento. Se devo rischiare di spendere 5 euro preferisco il metodo di cui parleremo tra poco.

Se siete un po’ più temerari rispetto a me, oppure se non avete il jailbreak (questo metodo, a differenza dell’altro, non richiede il jailbreak) potete fare una prova; mal che vada avrete speso 5 euro. Ovviamente, qualunque sia l’esito dell’operazione, fatecelo sapere tramite i commenti.

TetherMe

Il secondo metodo che vi proponiamo è sicuramente funzionante, ma per attuarlo è necessario il jailbreak e costa sicuramente 5 euro, anche se non andranno a Vodafone ma agli sviluppatori.

Si basa su un tweak, ovvero su un’app per iPhone disponibile solo sullo store alternativo ad App Store, Cydia.

Apriamo l’app, quindi utilizziamo la scheda “Cerca” e scriviamo TetherMe: tocchiamo quindi, tra i risultati, quello scritto in blu, che è la versione ufficiale. Paghiamo, quindi aspettiamo il tempo di download e di installazione che, una volta terminata, richiederà un riavvio del telefono.

A questo punto non noteremo differenze nell’iPhone, ma dovremo entrare nell’app Impostazioni. Non utilizziamo la funzione di “HotSpot Personale” che rimarrà comunque a pagamento, ma nella schermata principale dell’app scorriamo fino a trovare la scheda “TetherMe”.

Entriamo, quindi attiviamo il primo pulsante, che a sua volta attiverà l’hotspot facendo però credere a Vodafone che stiamo navigando da iPhone e non da un altro dispositivo: in questo modo, attivando la funzione, non ci verrà scalato credito.

Adesso non ci resta molto da fare se non eseguire una ricerca delle reti Wi-Fi da un altro dispositivo, quindi connetterci alla rete che parte dal nostro iPhone e navigare, consumando i GB che Vodafone ci mette a disposizione.

Quando avremo terminato ricordiamo però di disattivare TetherMe dall’app Impostazioni, visto che questa funzione ha un impatto molto pesante sulla durata della batteria del telefono.

 

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons