Vetro rotto dell’Iphone: si può cambiare in garanzia?

Posso usufruire della garanzia per lo schermo rotto?

L’iPhone è un dispositivo sicuramente bello, utile, leggero, ma anche incredibilmente delicato. In particolare lo schermo è molto sensibile agli urti, ed è sufficiente una caduta per terra dal lato sbagliato per trovare il vetro anteriore completamente scheggiato.

Solitamente l’iPhone continua a funzionare in quanto gli strati sottostanti (a meno che la caduta sia stata molto violenta) non vengono intaccati, ma dovremo usare un telefono con una brutta scheggiatura in superficie che non ci consente di utilizzarlo al meglio.

Se ci rendiamo conto che, però, abbiamo acquistato l’iPhone da meno di due anni, è lecito porci una domanda: posso usufruire della garanzia per una riparazione gratuita del telefono?

In questo articolo cercheremo di dare una risposta a questo quesito.

La garanzia

Innanzi tutto possiamo porci una domanda semplice: che cos’è la garanzia? La garanzia è il diritto che hal’acquirente di un prodotto perché ciò che compra sia esente da vizi. È riconosciuta dal codice civile in Italia e obbliga il venditore a sostituire senza spese il prodotto difettoso qualora non ne sia stato modificato lo stato originario.

In altre parole il prodotto viene sostituito purché il danno riportato sia causato dal venditore e non da noi dopo l’acquisto. Da queste parole possiamo dedurre facilmente che se siamo stati noi a rompere lo schermo per una nostra svista, la riparazione non è coperta dalla garanzia. Ma aspettate, non tutto è perduto.

Quando il danno non è causato da noi

Generalmente la rottura del vetro dell’iPhone è causata da noi, di solito come conseguenza di un incidente involontario. Ci sono dei casi riportati in cui, però, i clienti sono riusciti ad avvalersi comunque della garanzia in due casi.

Il primo è quello in cui l’iPhone era già rotto al momento dell’acquisto. Se il telefono, una volta aperta la confezione, presenta già delle scheggiature la colpa non è nostra.

Tuttavia il problema è dimostrarlo, visto che potrebbe essere caduta la confezione ai commessi prima che quel dispositivo fosse messo in vendita.

È buona regola aprire sempre subito dopo l’acquisto la confezione per vedere che non siano presenti danni esterni.

Se appena usciti dal negozio ci renderemo conto che c’è un problema possiamo rientrare subito, e visto che sarebbe quasi impossibile averlo rotto in così poco tempo, potrà essere cambiato senza troppi problemi.

Se passa troppo tempo, però, dimostrare che non è stata colpa nostra potrebbe diventare troppo difficile…

L’altro motivo è un danno insito della scocca. Poiché il vetro anteriore dell’iPhone è inserito ad incastro nella scocca, una piccola imperfezione di quest’ultima lo rende più fragile del normale.

Per questo, se il nostro schermo dovesse rompersi, è sempre una buona regola recarci in un Apple Store e lasciare che gli addetti diano un’occhiata alla struttura in metallo; se siamo fortunati ed è presente una piccola imperfezione, visto che era lo schermo ad essere fragile, avremo diritto alla sostituzione gratuita.

Cosa fare se la garanzia non ci copre

Nel caso in cui, alla luce di quanto abbiamo detto, siamo sfortunati e non siamo coperti dalla garanzia, necessariamene dovremo pagare la riparazione.

È bene sapere che esistono varie possibilità e tutte hanno un costo diverso, quindi possiamo scegliere quella migliore per le nostre esigenze.

Se ci troviamo in un Apple Store possiamo effettuare la sostituzione dell’iPhone. Sarà immediata, solo il tempo di trasferire i nostri dati su un nuovo dispositivo, quindi non rimarremo senza telefono; è però anche l’opzione più cara, il cui costo varia in base al modello di iPhone che vogliamo sostituire (100-200 €).

Possiamo invece rivolgerci a servizi terzi di sostituzione dello schermo che sono più economici (circa 80 €) e che richiedono un tempo che va dai due giorni alla settimana per la riparazione.

Ultima soluzione è il fai-da-te: possiamo acquistare uno schermo di ricambio per il nostro iPhone (circa 25 €), quindi sostituirlo per conto nostro seguendo una delle tante guide disponibili su internet. Olio di gomito, ma sostituzione decisamente economica.

 

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons