Usare iPhone come metronomo

Come utilizzare l'iPhone per tenere il tempo

Molti di noi, indipendentemente dal lavoro che fanno e dall’età che hanno, portano con sé la passione per la musica. Qualcuno poi si cimenta nel suonare uno strumento, anche solo per divertirsi con gli amici.

Però nella musica, come regola base, il tempo è tutto, e proprio tenere il tempo è la maggiore difficoltà del principiante e in certi casi una difficoltà anche per il musicista esperto.

Per aiutarci possiamo optare per l’acquisto di un metronomo analogico, che costa poco, ma se vogliamo possiamo scegliere un metronomo digitale sotto forma di app per il nostro iPhone, che tra l’altro costa ancora meno.

Yamaha Metronome

Su App Store ci sono diverse app che ci aiutano a tenere il tempo, ma abbiamo scelto di parlarvi di Yamaha Metronome perché, nonostante sia a pagamento, offre una serie di funzioni che esulano dal “classico” metronomo.

Attivare il metronomo

Per prima cosa vi diciamo che l’app può essere scaricata da questo indirizzo di App Store, quindi acquistiamola e attendiamo il tempo di download.

La funzione principale, naturalmente, è quella di tenere il tempo.

Questo possiamo farlo aprendo l’app e recandoci nella prima scheda a disposizione, scegliere la velocità semplicemente muovendo il dito intorno al cerchio principale della schermata, quindi sentire il tempo che scorre, sia tramite gli altoparlanti esterni che con le cuffie.

Mentre l’iPhone tiene il tempo possiamo suonare il nostro strumento.

Le funzioni avanzate

Quella di cui abbiamo parlato è la funzione base di ogni metronomo. Chiaramente trovare un’app gratuita su App Store è semplice, è sufficiente cercare “Metronomo” per avere soltanto le funzioni di base.

Ma qui vi vogliamo parlare di funzioni avanzate utili sia per il principiante che per l’esperto, che magari ha anche una serie di strumenti appositi per lavorare con la musica.

La prima di queste funzioni è quella di poter registrare la velocità che ci interessa. In pratica, se sentiamo una canzone che ci piace e vogliamo tentare di riprodurla con il nostro strumento o con il nostro gruppo sarà sufficiente farla partire e toccare con il dito, ad ogni battuta, l’apposita sezione dell’app.

In questo modo il metronomo registrerà la nostra velocità per poi riprodurla, in modo da poterla usare come base quando suoniamo.

Chiaramente, se il tutto risulta troppo veloce o troppo lento per noi avremo la possibilità di modificare la velocità, ma in questo modo potremo sapere il tempo esatto a cui quel brano viene riprodotto.

Se invece avete un supporto MIDI, magari Yamaha (che è una delle migliori marche nel campo degli accessori musicali) potete acquistare un adattatore MIDI per iPhone, quindi sfruttare le funzioni avanzate dell’applicazione.

Potrete ad esempio riprodurre una base sul supporto, e il ritmo verrà riconosciuto dal metronomo tramite l’accessorio così da poter essere salvato e riprodotto quando vogliamo.

Tra l’altro con questo metodo possiamo addirittura controllare il supporto esterno: modificando la velocità su iPhone verrà modificata anche la velocità di riproduzione anche del supporto.

In questo modo possiamo riprodurre il brano più lentamente per imparare, per poi rimettere la velocità normale nel momento in cui siamo sicuri di non sbagliare le note o gli accordi.

Se pensavate di trovare un metronomo, avete in realtà trovato un’app che fa molto di più, da non perdere se volete usare il vostro iPhone come supporto per la musica.

 

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons