Loading...

Un IOS 13.6 tutto dedicato agli aggiornamenti

Ebbene sì. Con il nuovo iOS 13.6 possiamo decidere se il nostro iPhone o il nostro iPad possa automaticamente scaricare gli aggiornamenti quando siamo connessi al Wi-fi.

Gli aggiornamenti della seconda beta di iOS 13.6 comprendono nuovi controlli per gestire gli aggiornamenti di sistema del software. Vediamoli nel dettaglio.

Aggiornamento notturno e funzione di disattivazione

Già attualmente iOS e iPad consentono di effettuare gli aggiornamenti durante la notte ed il nuovo comando si basa semplicemente su quella funzione. Tuttavia, iOS ci invierà comunque una notifica push prima di dare il via all’aggiornamento notturno.

Ma questa agevolazione può non essere considerata positivamente da tutti gli utenti. Ragion per cui, Apple dà la possibilità di disattivare l’opzione qualora non si desideri che il nostro dispositivo gestisca automaticamente ed autonomamente gli aggiornamenti.

Se è vero che la nuova opzione è abilitata come un’impostazione predefinita, basterà seguire dei semplici passaggi per gestirla e modificarla.

Sarà sufficiente andare su Impostazioni> Generale> Aggiornamento software> Personalizza aggiornamenti automatici. In questo modo, l’utente potrà decidere di volta in volta se e come eseguire un aggiornamento.

Novità anche in campo Salute

Non meno rilevante è l’aggiunta, nell’iOS 13.6, di una nuova sezione che consente di annotarsi i sintomi percepiti dall’utente che potranno essere utili in vista di una successiva visita e diagnosi medica.

Tramite l’app Salute, infatti, l’utente potrà aggiornare i propri malesseri pigiando l’opzione “Aggiungi dati”, così da registrare nel tempo i vari sintomi correlati ad una patologia.

L’applicazione include inoltre, una breve descrizione del malessere e ne indica le cause più comuni ed altre problematiche ad esso correlate. Questa tipologia di dati potrà essere letta da applicazioni autorizzate e utilizzata per un più preciso trattamento dello stato di salute del paziente.

L’app Salute in passato conteneva opzioni per la registrazione dei sintomi mestruali per la funzione di monitoraggio del ciclo femminile. Tuttavia questa funzione di sintomi generali è più ampia e presumibilmente permetterà ai pazienti di instaurare con i propri medici un rapporto di maggiore continuità ed informazione.

Così da consentire ai primi una migliore diagnosi ed ai secondi di avere un quadro sempre completo ed aggiornato della situazione clinica dei propri pazienti.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2020 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons