Tim Cook – la lettera di scuse per il caso di razzismo in Australia

tim cookQuello che è avvenuto in un Apple Store di Apple in Australia è ormai noto a tutti. In una serie di eventi in realtà davvero difficili da capire, degli studenti di colore sono stati allontanati dal negozio.

Subito è partito il tam tam su Internet, che ha messo ovviamente sotto accusa l’azienda di Cupertino, tacciandola di razzismo nonostante abbia spinto, per anni, sul pedale dell’integrazione e della tolleranza.

La riposta dell’azienda non poteva farsi attendere ed è stata nella forma di una lunga lettera del CEO Tim Cook.

La lettera di scuse di Tim Cook

La lettera di Tim Cook rimarrà molto probabilmente agli annali come una pietra miliare della filosofia Apple, un condensato di quello che questa azienda rappresenta. La vediamo nei punti più salienti.

[…]

“Quello che le persone hanno visto e sentito nel video che è circolato sul web non rappresenta i nostri valori. Non è un messaggio che vorremmo mai arrivasse ai nostri clienti, o che vorremmo ascoltare noi stessi. I nostri dipendenti hanno immediatamente espresso il loro pentimento e chiesto scusa agli studenti.”

[…]

“Apple è aperta.

I nostri negozi e i nostri cuori sono aperti per le persone di ogni tipo, senza distinzione di razza o religione, genere, orientamento sessuale, età, handicap, reddito, lingua o punto di vista. In ogni punto della nostra azienda, aver abbracciato le nostre differenze rende i nostri prodotti migliori e i nostri negozi più forti.”

[…]

“Quello che credo fermamente è che si è trattato di un incidente isolato, piuttosto che di un sintomo di un problema più vasto nei nostri negozi. Utilizzeremo quanto avvenuto come un’opportunità per crescere e imparare. I nostri capi-negozio ripasseranno con i dipendenti le procedure da seguire con i clienti e sull’inclusione di ogni diversità. Si tratta di concetti e pratiche che conoscono bene, ma che possono essere sempre rinforzati.”

[…]

“Il rispetto per i nostri clienti è il fondamento di tutto quello che facciamo ad Apple. È la ragione per cui siamo così attenti al design dei nostri prodotti. È la ragione che ci spinge a rendere i nostri negozi belli e invitanti. È la ragione per la quale spingiamo noi stessi ad arricchire le vite degli altri.”

Chi sa se capiteranno più degli episodi del genere. Noi, naturalmente, speriamo e siamo convinti di no.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons