Samsung accetta di pagare mezzo miliardo di euro di risarcimenti ad Apple!

appleQuella tra Samsung ed Apple è forse la guerra più importante degli ultimi 10 anni del settore informatico. Si dividono praticamente la totalità dei profitti del settore, sono le due aziende che vendono più dispositivi e, come sa chi non è vissuto sulla luna per gli ultimi 10 anni, se le danno di santa ragione anche a livello legale.

La battaglia più importante, tra le tante, è quella che riguarda le accuse di Apple, nei confronti della casa coreana, di aver copiato il form factor del primo iPhone, quello che rivoluzionò per sempre il mondo degli smartphone.

Una causa legale dura, complessa e difficile da comprendere nelle sue sottigliezze per i non addetti ai lavori, che però sembra essere arrivata, finalmente, alla sua conclusione.

I legali di Samsung, rinunciando ai futuri ricorsi dunque, hanno accettato infatti di pagare una multa “ridotta” di circa mezzo miliardo di euro, una somma enorme, che però almeno per un’azienda in salute e ricca come Samsung, non costituisce poi un grande problema.

L’ammissione di colpa

L’ammissione di colpa, sia sul profilo legale che su quello morale è dunque evidente: Samsung decide di abbandonare la causa legale pagando una somma ridotta, con una scelta che però conferma il fatto che siamo davanti ad un caso di plagio piuttosto evidente, come dimostrano gli studi e le indagini condotte durante questa procedura legale.

Prima di Apple gli smartphone erano infatti delle forme più disparate, e soltanto dopo l’arrivo sul mercato del primo iPhone si sono visti smartphone completamente identici, con forme rettangolari dagli angoli smussati, tastiera completamente touch (e non più fisica) e la presenza di un solo bottone sulla parte frontale.

Design che ovviamente non può essere brevettato, ma che contraddistingueva la riconoscibilità dei prodotti Apple sul mercato, riconoscibilità di cui Samsung avrebbe abusato per vendere i suoi dispositivi, giocando appunto sulla confusione.

Arriva dunque alla conclusione una battaglia legale che ha tenuto banco per gli scorsi 4–5 anni e che probabilmente non sarà neanche l’ultima tra le due case.

Per adesso Apple porta a casa mezzo miliardo di euro, una somma sicuramente considerevole anche se costituisce, dopo tutto, soltanto un pugno di noccioline per due aziende che dominano in largo e lungo il mercato degli smartphone, il più redditizio del settore elettronica degli ultimi anni.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons