Niente più plastica sui nuovi iPhone grazie ad un brevetto Apple

bande plastica iphoneBande di plastica dietro all’iPhone? Brutte, ma necessarie. È questo il conto, inesorabile, presentato dalla tecnologia, che impone ad Apple di utilizzare gli inframmezzi di questo materiale in quanto l’alluminio assorbe le onde radio e non permetterebbe ai nostri dispositivi di funzionare correttamente, ovvero di collegarsi alle reti.

Si tratta però di qualcosa che presto potrebbe essere passato, in quanto Apple avrebbe brevettato una nuova lega metallica, più trasparente alle onde radio, che permetterebbe agli ingegneri di Cupertino di creare back-cover in metallo senza più la necessità di inserire le brutte e fastidiose bande di plastica.

Una costante da iPhone 5

Quello degli intramezzi di plastica è un male necessario sin da iPhone 5, il primo dei telefoni di Apple ad avere un case in alluminio, con la necessità dunque di andare a spezzare la banda metallica al fine di garantire la ricezione tanto del wifi, quanto invece della rete 3G e 4G. Si è trattato sempre di un problema di ingegneria, in quanto senza la banda non c’è stato mai verso di poter fare funzionare in modo appropriato gli smartphone e i tablet di casa Apple.

Il problema però, almeno stando a quanto riportato dalle solite fonti nel lontano oriente, potrebbe essere finalmente risolto con la prossima generazione di smartphone, quella che prenderà il nome di iPhone 7.

Come cambia?

Il cambiamento sarà a livello di materiali. Apple avrebbe infatti brevettato uno speciale materiale in lega metallica, che è in grado di non assorbire le onde e i segnali e dunque di far funzionare perfettamente lo smartphone senza le, onestamente terribili, bande di plastica.

Si tratta di un problema relativamente serio, soprattutto per un’azienda attenta al design e all’architettura fisica dei propri dispositivi, problema che però, se fosse vero quanto riportato da oriente, potrebbe vedere il suo termine con l’arrivo di iPhone 7.

Le altre aziende al palo

Le altre aziende rimarranno dunque non una, ma due generazioni indietro, in quanto il grosso dell’industria che cerca di contrastare il dominio di Apple si affida ancora addirittura alla plastica. Apple, dalla prossima iterazione del suo popolarissimo smartphone, sarà invece in grado di creare dispositivi che all’esterno saranno completamente in vetro e metallo, qualcosa di assolutamente impensabile per la competizione e che potrebbe tracciare un solco ancora più profondo tra Apple e gli inseguitori.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons