Loading...

Leaker: la battaglia di Apple

Gli appassionati di Apple sanno bene che spesso è inutile attendere gli eventi di lancio.

Questo perché ci sono delle “spie” che riescono a scoprire i segreti e le proposte della casa di Cupertino e a diffonderle in rete con canali costruiti appositamente.

Molti sono diventati dei veri e propri personaggi i cui nomi riecheggiano nel mondo dell’informazione tecnologica, perché pionieri e portavoce delle novità: il concetto è che sì, le notizie sono quasi sempre veritiere.

Non a caso dopo gli annunci e i rumors, agli eventi di lancio non ci sono sorprese perché gli utenti conoscono già ogni segreto dei prodotto, dalle caratteristiche tecniche a quelle estetiche e trasportano le informazioni oltreoceano e in tutto il mondo.

Conoscevamo perfettamente l’iPhone 12, le AirTag, e gli auricolari ben prima che Apple li presentasse e già trapelano informazioni su quali saranno i prossimi prodotti…Ma rifletti su quanto questo comportamento possa danneggiare l’azienda.

Tolleranza zero

Sono stati proprio alcuni tra i più famosi leaker a svelare la mossa di Apple: la casa di Cupertino ha inviato delle chiare missive dove invitava caldamente a mantenere riservate le informazioni sull’azienda e sui prodotti.

In caso contrario, Apple minaccia azioni legali: quello che preoccupa Apple non è tanto la mancanza dell’effetto sorpresa, ma la fuga di notizie che potrebbe avvantaggiare la concorrenza, creando uno squilibrio del mercato.

Per le aziende concorrenti, infatti, sarebbe semplice studiare e programmare un prodotto concorrenziale a quello in lancio, andando a danneggiare il lavoro svolto provocando squilibrio.

Il segreto commerciale

Dichiarata guerra, l’attacco è partito verso i leaker cinesi, ma presto siamo certi che la campagna di missive coprirà anche il territorio occidentale e probabilmente saranno in molti a recarsi in tribunale con l’accusa di violazione del segreto commerciale.

Apple schiererà di certo un apposito team informatico che avrà il ruolo di monitorare i canali di comunicazione dei leaker e, nel caso dovessero trovare qualcosa, farà partire la denuncia ed è davvero probabile che queste siano cause già vinte per la Apple.

Per quanto riguarda l’utente goloso di notizie e incapace di aspettare, deve riadattarsi agli usi e ai metodi comunicativi dell’azienda: il cliente deve sposare la filosofia della casa produttrice e attendere i famosi eventi che riavranno un effetto stupefacente.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons