Loading...

Le password nel futuro

Ad ognuno di noi è capitato di smarrire o non ricordare la password di un’applicazione, dei social o di un sito di e-commerce o peggio quello dei tuoi servizi finanziari e… sappiamo che è seguito un momento di panico.

Hai poi dovuto resettare la password e l’hai scritta su un taccuino che, però, non ricordi dove hai messo, non puoi scriverla sul cellulare per motivi di sicurezza e di certo non puoi ricordarle tutte a memoria.

Sei anche assalito dal timore che vengano diffuse ed è per questo che devi usare password sempre diverse, cambiarle spesso e non usarne mai una uguale per siti e app diversi o sei soggetto al rischio di furto di identità e incursione.

Sarebbe un sogno un metodo per il quale tu non debba ricordare queste complicate scritture composte da cifre e numeri, ma c’è una bella notizia: Apple potrebbe rivoluzionare questo mondo e tutti i tuoi problemi potrebbero risolversi.

Una nuova funzione

La novità risale al 7 giugno quando è stata presentata l’anteprima di una funzione che elimina alla radice il problema delle password semplicemente perché… le elimina! So che temi per la tua sicurezza, ma leggi cosa comporta la proposta.

Nella sessione di presentazione “move beyond password” viene spiegato il sistema alla base dell’idea che ti permetterà di accedere a ogni dispositivo, app, sito e servizio soltanto con il nickname.

Ogni dispositivo Apple avrà un codice di chiave privata e di una chiave pubblica: al momento della registrazione dovrai inserire solo la chiave pubblica e scegliere uno username e le chiavi genereranno una password combinata dopo la “firma”.

Sicurezza

Il sistema si basa su modalità che preservano la sicurezza perché la chiave privata sarà integrata nell’hardware e nessuno dunque potrà rubarcela e senza quella non si potrà attivare la codificazione della nuova password associata alla chiave pubblica.

Inoltre la chiave privata verrà sincronizzata tra tutti i dispositivi Apple che possiedi tramite il servizio di iCloud per rendere sicuri tutti i device, senza il rischio di incursioni e nella massima sicurezza.

Ovviamente il sistema ancora non è attivo e ci vorrà diverso tempo prima che inizi ad essere utilizzato in larga scala e su IOS 15 si troverà soltanto a scopo di test, ma la novità ci fa ben sperare in un futuro più semplice.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons