La VERA Storia della Apple e del suo Logo

appleSul logo della Apple, la mela morsicata che ormai un po’ tutti in ogni parte del mondo hanno imparato a conoscere, è una delle più misteriose della storia dell’industria.

Oggi, da appassionati Apple quali siamo, proveremo a mettere ordine in una storia decisamente confusa, che parte dal lontanissimo giorno in cui Woz e Jobs decisero che la loro passione per i computer si sarebbe trasformata nella più grande azienda del mondo di computer.

Isaac Newton

Isaac Newton, uno dei più grandi geni della storia e forse l’unico che ha legato il suo successo ad una mela, era in realtà parte del primo logo di Apple. Il nome era già lì, ma invece che mettere la mela morsicata che tutti conosciamo, decisero di mettere una piccola figurina con Isaac Newton seduto sotto il celebre albero.

Era un logo interessante, che inneggiava al pensiero indipendente ed individuale, anche se era molto poco pratico da stampare su materiali plastici, motivo per il quale Steve Jobs decise di eliminarlo praticamente da subito, sostituendolo con quello che conosciamo.

Il morso, per distinguerlo da una ciliegia

Pare che il morso, che poi darà anche adito a mille riferimenti e dietrologia, sia stato aggiunto per distinguere la mela dalla ciliegia, rendendo inequivocabile che quel simbolo si sarebbe riferito Appunto ad Apple e non a qualcosa di generico.

È questa la storia più accreditata, anche se sono in molti a ritenere che in realtà il riferimento sia biblico e che si riferisca appunto alla mela che Eva morse, raccogliendola dall’albero della conoscenza.

Lussuria, conoscenza, speranza e anarchia

Jean Louis Gassée, uno dei vecchi dirigenti di Apple, ebbe a dire che quello della mela morsicata era semplicemente il simbolo perfetto: <<per me è un mistero>>, disse, <<un simbolo di lussuria e conoscenza, morso, con i colori di un arcobaleno scombinato, nell’ordine sbagliato. Non c’è niente che potresti sognare di più come logo: lussuria, conoscenza, speranza e anarchia>>.

Una filosofia che si sposava perfettamente con quella che era la Apple dei tempi: un’azienda che combatteva, con le armi del pensiero indipendente, l’unico vero grande colosso dei computer del tempo, ovvero IBM.

Il possibile riferimento a Turing

Alan Turing è uno dei padri fondatori dell’informatica e anche uno degli idoli di Steve Jobs. Secondo molti nel simbolo di Apple si nasconderebbe più di un riferimento a questo personaggio: fu trovato morto dopo aver mangiato una mela al cianuro (fu suicidio) ed era anche omosessuale e da qui l’utilizzo dei colori che ricordano quelli della bandiera gay.

Quanto ci sia di vero o no su questo aspetto, però, se l’è portato nella tomba Steve Jobs e, purtroppo, non ci è dato saperlo.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons