iPhone 6S: potrebbe essere stato un fallimento, domani i dati

iPhone 6SBrutte notizie per Apple, quella che era stata, fino allo scorso trimestre, l’azienda dei record incredibili.

Secondo infatti quanto diffuso in anticipo rispetto alla trimestrale ufficiale del gruppo di Cupertino, Apple sarebbe al di sotto delle stime degli specialisti e avrebbe consegnato soltanto 190 milioni di dispositivi, contro i 230 preventivati dagli specialisti.

Si tratta di un –20% che in realtà in pochissimi si aspettavano durante questo trimestre, considerando anche il fatto che si era già tenuto conto che il trimestre che si è appena chiuso è tradizionalmente uno dei più mosci dell’anno.

Un calo, rispetto alla crescita dell’anno scorso, dell’11,6%. Ma si può parlare davvero di crisi per Apple? È stato davvero un trimestre fallimentare per Cupertino? Oppure bisognerebbe osservare i dati da un altro punto di vista?

Secondo gli analisti, Android cresce

Secondo gli analisti, complice un design di iPhone 6S che non ha entusiasmato, le concorrenti di Apple sarebbero riuscite a guadagnare terreno. Aziende come Samsung, Vivo, Huawei e Oppo sono riuscite infatti ad aumentare le consegne rispetto agli anni precedenti, con Apple che invece dovrà rivedere al ribasso le sue stime.

Si tratta dunque di una questione sicuramente importante per Apple, azienda che, tra le altre cose, per il prossimo iPhone 7 sembra voglia insistere su un form factor, quello iPhone 6, che non sembra aver particolarmente entusiasmato.

Dobbiamo aspettare solo fino a domani

L’attesa comunque, quella che confermerà o smentirà i dati diffusi dalle aziende di analisi, sarà fino a domani. Nel frattempo la borsa sembra in subbuglio e sul titolo AAPL si sono visti acquisti e cessioni che non si erano mai registrati negli ultimi tempi. Tutti pronti a scommettere sulla riuscita o sul fallimento di iPhone 6S, un dispositivo che, anche nella nostra redazione, non ha poi riscosso questo grande successo.

L’appuntamento è per domani: Apple ha detto che gli obiettivi da raggiungere erano i 53 miliardi di dollari di vendite e un margine netto intorno al 39%. Che avranno di nuovo ragione loro? O forse questa volta, a spuntarla, saranno le Cassandre? Staremo a vedere. Rimanete sintonizzati!

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons