iPhone 6S: flop da 10 miliardi per Apple

iphone 6sBrutte notizie per Apple, o meglio, per i suoi investitori. Dopo che per 6 anni i grafici avevano sempre mostrato, ad ogni trimestre, una crescita nelle vendite di iPhone (il prodotto principe dei profitti per Cupertino) per la prima volta l’azienda potrebbe riportare un calo anno su anno delle vendite di questo dispositivo.

Gli analisti sembrano unanimi e tutti sono arrivati, indipendentemente, allo stesso risultato. Si tratta di una notizia sconvolgente per il mercato, perché rimanendo pur ferme le quote di mercato tra i diversi produttori, sembra infatti che Apple possa registrare vendite minori in quantità importante. Ne parleremo tra pochissimo.

5 miliardi in meno dell’anno scorso

Rispetto allo scorso trimestre, proiettato però nel 2015, le vendite totali di iPhone 6S sarebbero inferiori, per 5 miliardi di dollari, rispetto a quelle di iPhone 6.

Si tratta di una somma davvero importante, che segna per la prima volta un calo nelle vendite del miglior dispositivo di Apple e che potrebbe far crollare il titolo in borsa, in salita ormai quasi costante da qualche anno.

Ad essere preoccupati più che gli utenti sono gli investitori, che avevano acquistato azioni Apple certi della continua espansione dell’azienda e che invece ora si trovano con in mano partecipazioni in una realtà aziendale che, anno su anno, hanno fatto registrare quasi un 10% in meno.

Il problema del dollaro forte

Il problema grosso non sembra essere però solo quello delle vendite. A contribuire al calo di profitti ci sarebbe infatti anche un dollaro tornato forte, praticamente contro tutte le valute, che avrebbe fatto aumentare sostanzialmente i prezzi di iPhone sui mercati extra-USA.

A partecipare ai cali più consistenti sarebbero proprio i mercati Europei e Asiatici, che di fronte ad una spesa maggiorata anche del 10% rispetto al modello precedente di iPhone, avrebbero preferito passare la mano e aspettare, probabilmente, il prossimo dispositivo.

Un flop?

Non sappiamo se si può parlare effettivamente di flop. Siamo davanti ad una realtà aziendale che continua a dominare in lungo e largo quelli che sono i segmenti in cui si cimenta. 50 miliardi in vendite non sono comunque pochi e forse gli investitori, appunto, decideranno di accontentarsi.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons