iPhone 6S esaurito in Corea in meno di 30 minuti!

corea iPhoneiPhone 6S sbanca tutto nella terra del suo più acerrimo nemico, quella Samsung che continua (almeno a livello di dispositivi venduti) a far man bassa nei paesi meno sviluppati, ma che registra altre sconfitte in tutto il mondo sviluppato, quello che per intenderci può affrontare l’enorme spesa per un iPhone 6S senza troppi patemi.

Si tratta di una notizia che rinfocola l’astio tra le due aziende, che se le danno quotidianamente di santa ragione sia in tribunale, sia nei rivenditori, dove è sempre lotta all’ultimo dispositivo venduto.

Questa notizia dalla Corea del Sud arriva però a testimoniare che in Asia (e questo vale anche per la Cina e per il Giappone) Apple è viva e vegeta e non teme alcun confronto con l’azienda coreana.

Sold out in 30 minuti

Il record può far davvero impallidire: in soli 30 minuti sono andati esauriti tutti i dispositivi che Apple aveva inviato in Corea del Sud, con tantissimi dei clienti che erano ancora in fila per cercare di portarsi a casa uno degli iPhone 6S o 6S Plus.

Si tratta di un record di vendite davvero impressionante per Apple, che questa volta aveva addirittura inviato un numero superiore di dispositivi rispetto alla volta precedente, proprio per evitare che si ripetesse quello che si era già visto in altri paesi.

Vendite di iPhone 6S a gonfie vele

Anche questo è un segnale che indica che le vendite di iPhone 6S stanno andando ben oltre le più rosee aspettative. Il nuovo dispositivo, che è “soltanto” un’iterazione che migliora le funzionalità del precedente modello, ha comunque sbancato ed ha portato Apple ad aumentare gli ordini nel brevissimo periodo, nella speranza di poter soddisfare le numerosissime richieste, soprattutto con il Natale (da sempre stagione preferita per lo shopping) che si avvicina.

Nel frattempo attendiamo quelli che sono i dati di vendita nel nostro paese, tendenzialmente relativamente freddo nei confronti dei prodotti di Cupertino.

Secondo i dati in nostro possesso anche qui le vendite stanno andando più che bene, anche se si tratta ovviamente di qualcosa di cui dovremo tenere conto soltanto a dati comunicati dalla casa madre.

Le file e le liste d’attesa ci sono, e sono incredibilmente lunghe.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons