iPhone 6s e 6s Plus: il Jailbreak sarà impossibile

apple jailbeakiOS 9? Bye bye jailbreak! Questa è la notizia che sta occupando le cronache che riguardano i dispositivi della mela, dispositivi che, almeno stando a quanto si racconta, potrebbero ricevere quell’update di sicurezza che garantisce ad Apple che nessuno più sarà in grado di effettuare hacking e dunque JB sui tutti i dispositivi che monteranno iOS 9.

Si tratta di un passo in avanti notevole per Cupertino, che però sta già facendo nascere qualche polemica online, soprattutto tra i fondamentalisti del jailbreak, che hanno già dichiarato guerra all’azienda e hanno giurato di essere pronti a mollare una volta per tutte i prodotti Apple per muoversi verso Android.

Ma vediamo di cosa si tratta, di cosa sia nello specifico la tecnologia Rootless e perché riuscirà ad impedire il jailbreak.

Root, ovvero l’utente che tutto può

Fino ad oggi i sistemi di jailbreak sfruttavano quello che è il funzionamento tipico dei sistemi Unix. Al di sopra di tutti gli utenti ne esiste uno, root, in grado di modificare qualunque tipo di file presente sul sistema operativo. Una volta guadagnati questi privilegi, il jailbreak procedeva a rimuovere tutti gli ostacoli per il funzionamento di App non firmate, permettendo dunque di installare qualunque tipo di software si desiderasse sul proprio iPhone o iPad.

Come funziona rootless?

Rootless è un sistema che impedirà anche all’utente root di modificare i file del Sistema Operativo necessari per il funzionamento del jailbreak. Almeno a guardarla da questo punto di vista, dovrebbe diventare assolutamente impossibile per gli hacker prendere possesso di alcuni file e dunque procedere alla rimozione degli ostacoli, rendendo di fatto il jailbreak impossibile da effettuare.

Questo almeno allo stato attuale dell’arte, stato che però potrebbe essere sempre modificato dagli hacker, che ne sanno sempre una più del diavolo.

Anche su OS X

Questo sistema, seppur rimovibile, sarà comunque integrato anche in OS X, in uno sforzo aggiuntivo da parte di Apple per limitare l’azione di virus e spyware. Anche qui siamo davanti a problemi di controllo, con qualche polemica che però è stata messa a tacere esclusivamente grazie al carattere “mobile” della limitazione.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons