iPhone 6: aumentano le certezze per il Sapphire Glass

sapphire glass iphone 6iPhone 6 potrebbe essere il primo smartphone di Apple ad abbandonare Gorilla Glass e a rimpiazzarlo con un materiale alternativo e superiore, quel Sapphire Glass che abbiamo imparato ad apprezzare grazie alla sua inclusione nel sistema di lenti di iPhone 5S.

Si tratta di un materiale innovativo per tutta una serie di ragioni che andremo a spiegare tra poco, che però potrebbe far aumentare di qualcosina il prezzo di un dispositivo che già si preannuncia come il più caro della sua categoria.

Che cos’è il Sapphire Glass?

Il Sapphire Glass è un vetro che si crea cristallizzando materiali speciali con l’aiuto di piccole parti di zaffiro. Vengono così creati dei coni che poi devono essere tagliati in sezione orizzontale per poi essere impiegati nella produzione di vetri che possono essere usati sugli smartphone.

Se i conti che vengono attualmente usati per le lenti di iPhone 5S sono di piccole dimensioni, per ritagliare uno schermo da 4 pollici di diagonale Apple avrà bisogno di coni di dimensioni più grandi, problema che però sembrerebbe essere stato già risolto dall’azienda, che è pronta ad aprire fabbriche anche negli Stati Uniti per la produzione di questo materiale.

Perché è superiore: la trasparenza

Sapphire Glass è un materiale più trasparente degli altri vetri utilizzati da smartphone e computer. Questo vuol dire che si fa attraversare più facilmente dalla luce, permettendo ad Apple e da chi lo utilizzerà di spendere meno energia nella riproduzione di immagini a video.

Si tratta di una autentica rivoluzione per iPhone 6, che potrà risparmiare qualcosa sul consumo di batteria, garantendo più ore di autonomia mantenendo invariata la grandezza della batteria, e quindi il peso e le dimensioni del dispositivo.

La resistenza

Sapphire Glass non è solo più trasparente, ma anche più resistente. Nonostante Gorilla Glass, soprattutto nella sua versione aggiornata possa fornire una resistenza agli urti più che accettabile, il Sapphire permetterà ad Apple di fare un salto di qualità anche in questo senso, garantendo ai suoi clienti dispositivi che si rompono meno dopo cadute accidentali, e che non si graffiano se a contatto con superfici ruvide.

Il problema dei costi

L’unico problema da risolvere sembra quello dei costi, ancora troppo alti per pensare che Apple non li farà riflettere sul prezzo finale. Per il momento si parla di circa 30$ al pezzo, una cifra doppia rispetto ai costi attuali di Gorilla Glass, che sarebbe difficilmente ammortizzabile da Apple nel costo preventivato per iPhone 6.

Per il momento tutto lascia pensare ad un aumento dei prezzi, anche se non eccessivo, che però allargherebbe ancora di più la forbice tra i prezzi di iPhone 6 e quelli dei prodotti della concorrenza.

Un problema grosso per Apple, che sta cercando di puntare a mercati in crisi come quello europeo e a mercati emergenti come quello asiatico, entrambi estremamente sensibili ai prezzi e che hanno già dimostrato in passato di essere in grado di passare alla concorrenza nel caso in cui i prezzi troppo alti di un dispositivo Apple non siano poi giustificati da superiorità tecnica e di design.

Perché ormai è quasi una certezza?

Se prima si parlava di Sapphire Glass e iPhone 6 piuttosto sporadicamente, ora tutti i rumors sembrano concordare sulla presenza di questo materiale nel prossimo dispositivo di Cupertino.

Sono arrivati a dare manforte alle supposizioni dei siti indipendenti anche siti web tradizionalmente molto vicini alla casa di Cupertino, come iMore e AppleInsider.

Staremo a vedere se quello che è il sogno di tantissimi utenti e appassionati si trasformerà in realtà. Certo è che con la concorrenza di Samsung Galaxy S5, il dispositivo presentato dalla casa coreana a Barcellona solo pochi giorni fa, a Cupertino dovranno sicuramente inventarsi qualcosa per continuare a dominare.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons