iPhone 6 americano funziona in italia?

Si può utilizzare in Italia un iPhone acquistato in America?

Circa un mese fa, Apple ha presentato l’ultimo modello di iPhone disponibile attualmente sul mercato, il nuovo iPhone 6, accompagnato dal fratello maggiore iPhone 6 Plus.

Se avete avuto modo di provarli, avrete notato che entrambi sono più grandi dei “vecchi” iPhone 5 e che garantiscono una possibilità di utilizzo molto maggiore, merito dello schermo più grande.

Se anche voi siete interessati all’acquisto, avrete notato che il prezzo di uno dei nuovi iPhone equivale, grossomodo, a quello di un motorino. Sono eccessivamente costosi, tanto che in molti cercano metodi per risparmiare qualcosa; c’è chi si affida alle rate per pagare un po’ alla volta, c’è chi preferisce aspettare qualche offerta o la possibilità di acquistare i ricondizionati e c’è chi ha la possibilità di recarsi all’estero e comprare un iPhone 6 in un paese straniero, magari non europeo come gli Stati Uniti.

E qui sorge spontanea la domanda: l’iPhone 6 Americano funzionerà una volta tornati in Italia?

L’esperienza degli utenti per gli anni passati era negativa perché quando tornati nel nostro paese il dispositivo non funzionava con le nostre SIM a meno di effettuare una procedura di sblocco simile al jailbreak ma più leggera. Sarà cambiato qualcosa quest’anno?

Compatibilità con le SIM di tutto il mondo

Fortunatamente, la risposta alla domanda del paragrafo precedente è si. Apple sembra infatti aver capito che non ha molto senso bloccare le SIM nei paesi stranieri, e lo aveva già capito con gli iPad Air l’anno passato; in fondo, i profitti dell’azienda non cambiano, cambia solo il fatto che acquistando all’estero di solito si pagano meno tasse (che non prende Apple ma lo stato).

Per questo motivo, se acquistiamo un iPhone in America non sarà necessaria alcuna procedura aggiuntiva a quella di cambiare SIM telefonica per poter utilizzare senza alcun problema un iPhone americano nel nostro paese. Se non vi fidate potete trovare maggiori informazioni sulla compatibilità delle reti di tutto il mondo con i nuovi modelli recandovi a questo indirizzo.

Tuttavia le problematiche non finiscono qui: infatti, se il problema della compatibilità, che comunque non è cosa da poco, è risolto, ne rimane un altro molto importante che è quello della garanzia, su cui vale la pena di fare chiarezza.

La garanzia di un iPhone americano

La garanzia è forse l’ostacolo maggiore all’acquisto di un iPhone negli Stati Uniti. Infatti in questo modo avremo la garanzia del paese in cui lo abbiamo acquistato, e ovviamente l’America non è proprio dietro l’angolo quindi risulta difficile portare il dispositivo in riparazione nel negozio di acquisto.

La garanzia in Italia vale due anni, ma per gli acquisti stranieri non conta nulla in quanto in America vale un anno soltanto, e questo è il periodo di garanzia che avremo.

Sul fatto di dove portare il telefono per la sostituzione (Apple sostituisce, non ripara) dobbiamo fare alcune considerazioni.

Apple mette infatti a disposizione dei suoi clienti la cosiddetta Garanzia Apple, che permette di portare entro un anno dall’acquisto il nostro dispositivo presso un Apple Store ufficiale in qualsiasi parte del mondo, indipendentemente da dove lo abbiamo acquistato.

Il problema sarebbe così risolto: un solo anno di garanzia fruibile però anche in Italia. Invece non sembra essere così, perché a fronte di una serie di utenti che non hanno avuto problemi ce ne sono alcuni a cui la sostituzione nell’Apple Store era rifiutata perché il dispositivo era americano.

Il nostro consiglio, prima di effettuare l’acquisto, è quello di recarvi nell’Apple Store più vicino a casa vostra, quello a cui vi rivolgereste qualora aveste qualche problema, e chiedere se potete sostituire un iPhone americano rotto ma ancora in garanzia.

Qualora la risposta fosse negativa, sappiate che non sarete minimamente protetti dalla garanzia nel nostro paese, mentre in caso affermativo potete prendere in considerazione la possibilità di stipulare la polizza AppleCare, che consente di allungare la garanzia Apple, in ogni parte del mondo, di un anno aggiuntivo dopo il primo.

 

Articoli che ci piacciono:

loading...

2 commenti

  1. Buonasera, articolo scritto abbastanza bene e molto esauriente! Avrei un’unica domanda .. Ma parliamo dell’iphone da 640 circa o di quello da 199 dollari?? Perchè io so che quello da 199 in Italia non funziona! Grazie in anticipo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons