iPad Pro: tutte le novità

ipad proSettembre 2015 non verrà ricordato soltanto come il mese in cui è stato presentato iPhone 6S, dispositivo eccellente per carità, ma come il mese nel quale Apple ha provato di nuovo a ripensare e a re-inventare un mercato che già domina come quello dei tablet.

Parliamo ovviamente dell’ormai famosissimo iPad Pro, un nuovo tablet da 12,9’’ di diagonale che promette di portare finalmente i tablet anche nei laboratori e negli studi dei professionisti, categorie professionali che hanno bisogno, da sempre, di strumenti affidabili e precisi.

Ed è proprio questa la grande scommessa di Apple: immettere sul mercato un tablet dalle misure over, per cercare di andare a soddisfare le necessità di un mondo, pensiamo a quello dei grafici, che ha bisogno non di un tablet qualunque, ma di uno con un grande schermo e di strumenti che permettano di lavorare con estrema precisione (su questo ci torneremo tra poco, parlando del pennino).

Quante versioni?

Le versioni che verranno immesse sul mercato a Novembre sono 3:

  • Ci sarà iPad Pro 32 GB, quello dal prezzo più basso;
  • Poi avremo iPad Pro 128 GB;
  • Infine iPad Pro 128 GB con modulo LTE, che può connettersi appunto anche utilizzando anche la rete cellulari.

L’estetica e la fisica

L’estetica è molto simile a quella dell’ultimo iPad Air. Lo schermo è però sostanzialmente più grande, ma lo spessore rimane identico, appunto, a quello di iPad Air 2, ovvero di soli 6,9 millimetri.

Per quanto riguarda il peso, parliamo di un dispositivo da circa 700 grammi, che è dunque praticamente tanto pesante quanto l’ultimo MacBook 12 pollici introdotto sul mercato.

Le performance e le componenti

iPad Pro è stato concepito per garantire prestazioni da urlo, anche se paragonate a quelle di iPad Air 2, dispositivo che comunque domina il mercato anche sotto quel profilo. Per offrire un dispositivo degno di nota anche sotto il profilo della potenza di calcolo, Apple ha inserito una CPU A9X adibita soltanto ai calcoli puri, mentre per la grafica a fare il paio è la GPU M9X.

Una combinazione che rende evidente la volontà di Apple di presentare un dispositivo over the top.

Risoluzione, grafica e schermo

La superficie è grande e dunque altrettanto grande deve essere la risoluzione. Parliamo di uno schermo in grado di lavorare a 2732×2048 pixel, che ha una compliance colore altissima (questo per permettere ai grafici di lavorare al meglio) con un refresh che, grazie alle nuove funzionalità di iOS, è in grado di aggiornarsi automaticamente per permettere il risparmio della batteria.

Lo Stilo

Si, lo sappiamo, a Steve Jobs non piacevano, ma questo non vuol dire che Apple non possa cambiare idea, e pare anche che questa volta gli ingegneri di Apple ci abbiano anche preso: lo stilo, a detta di chi ci ha già potuto mettere le mani, è davvero straordinario e torneremo sicuramente a parlarne nel corso di un altro articolo, dedicato appunto alle funzionalità del pennino della discordia.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons