iPad Mini di Prima Generazione: non sarà più in vendita

ipad mini ritiratoIl primo iPad Mini? Ha segnato un’epoca, nonché l’ingresso di Apple in un nuovo segmento, che era stato snobbato da Steve Jobs e che oggi invece offre affari da capogiro all’azienda di Cupertino.

Sembra però che sia arrivata per iPad Mini, quello della prima versione, l’età della pensione, dato che è stato rimosso da tutti i siti di Apple, con l’impossibilità di ordinarlo. Chi vuole portarselo a casa dovrà provare a trovare uno dei pochissimi ancora disponibili nei centri commerciali.

Va in pensione dunque iPad Mini del 2012, un dispositivo che, uscito ormai nel 2012, cominciava a mostrare qualche segno di cedimento.

Completamente rimosso

iPad Mini di prima generazione non è sparito soltanto dallo Store di Apple Online, ma praticamente da tutte le pagine che trattano l’argomento Tablet sul sito dell’azienda di Cupertino.

È stato infatti rimosso anche dalla sezione “confronta tablet” e adesso, nel caso in cui doveste svolgere una ricerca a tema “iPad Mini” sul sito di Apple, verrete reindirizzati verso iPad Mini 2 e iPad mini 3.

iPad Mini 2? Il nuovo entry level

In questo modo iPad Mini 2, che differisce dal successivo principalmente per l’assenza del Touch ID, è diventato il prodotto di linea più bassa tra quelli offerti da Apple per la linea tablet.

Il prezzo tenderà ovviamente a scendere, soprattutto quando, come si vocifera già, sarà disponibile la quarta generazione di iPad Mini.

Strategia chiara da parte di Apple

La strategia di Apple per quanto riguarda i tablet sembra ormai delineata: mai più modelli senza schermo retina, andando ad eliminare dalla sua offerta un modello che ormai non era più in grado di tenere il passo dei tempi, senza sentimentalismi, dato che nonostante fosse stato un modello simbolo della Apple post Steve Jobs, è stato mandato in pensione senza troppi complimenti.

Si apre una nuova era per Apple, come al solito orientata al prodotto.

Tutti i modelli sono a 64 BIT

Anche questo è un grandissimo passo avanti per Apple e soprattutto per gli sviluppatori, che potranno essere certi di avere, nel parco macchine offerto da Apple, supporti importanti per lo sviluppo di App anche esose sotto il profilo delle richieste hardware.

Se ne va via il più vecchio (e il più lento dispositivo) e si apre una nuova era: quella dei calcoli velocissimi e delle prestazioni vicine a quelle di una console.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons