iPad Mini 2 contro Nexus 7: qual è il migliore?

Quale tablet è il migliore tra l'iPad Mini 2 ed il Google Nexus 7?

Quando valutiamo l’acquisto di un nuovo prodotto, in particolare se costoso come un tablet, prima di procedere con l’acquisto cerchiamo di capire se stiamo facendo un affare oppure no.

Per capire questo possiamo effettuare dei confronti con altri prodotti e oggi, prendendo ad esempio uno dei nuovi tablet Apple, l’iPad Mini 2, andiamo a confrontarlo con un ottimo dispositivo Google, il Google Nexus 7.

Display e dimensioni

Per quanto riguarda il display dei due dispositivi, la diagonale dell’iPad Mini 2 è leggermente più grande di quella del Google Nexus 7, rispettivamente 7,9 pollici e 7 pollici.

Questa differenza è dovuta al rapporto delle misure, 4:3 per l’iPad Mini, più quadrato, e 16:9 per il Nexus, più rettangolare; come utilizzo il tablet Apple risulta perfetto per la visualizzazione delle foto, il tablet Google per la visione dei film scaricati dal Play Store.

Per quanto riguarda i pixel, la densità espressa in pixel per pollice è praticamente identica sui due tablet, che non presentano quindi particolari differenze nella nitidezza dell’immagine.

Il sistema operativo e le applicazioni

Parlando di sistema operativo siamo invece agli antipodi: l’iPad Mini è equipaggiato con il nuovo iOS 7 mentre il Nexus ha Android 4.3. Sistemi molto diversi tra loro, orientati il primo principalmente alla semplicità di utilizzo, il secondo alla personalizzazione.

Da notare che essendo rilasciati gli aggiornamenti del sistema dalla stessa casa produttrice del tablet, su entrambi i dispositivi questi saranno istantanei (ovvero non dovremo attendere, quando c’è un aggiornamento, del tempo “di adattamento” come accade con i tablet Samsung).

Per quanto riguarda le applicazioni, invece, il Nexus si basa sul Play Store di Google mentre l’iPad sull’App Store di Apple.

Se andiamo a vedere le classifiche dei due store notiamo che le app più scaricate sono presenti su entrambi gli store anche se alcune app non sono ammesse in quello di Apple (come gli emulatori e le app che permettono una personalizzazione troppo spinta del dispositivo).

I componenti hardware

Sul fronte della componentistica, i due tablet sono molto simili anche se l’iPad Mini 2 è leggermente più potente; potenza maggiore i cui benefici non si noteranno sul momento, ma a distanza di diversi mesi dalla commercializzazione.

L’iPad Mini ha infatti un processore A7 con architettura a 64 bit e co-processore di movimento, mentre il Google Nexus ha un solo processore da 1.5GHz a 32 bit.

La memoria interna parte da un minimo di 16 GB per entrambi i tablet, così come entrambi propongono un modello con 32 GB di memoria e solo Apple rende disponibile il suo iPad Mini 2 nei tagli da 64 e 128 GB di memoria interna. Nessuno dei due dispositivi supporta schede di espansione della memoria.

Anche per quanto riguarda le fotocamere i due dispositivi sono molto simili tra loro, in quanto entrambi hanno una fotocamera posteriore da 5 megapixel mentre la fotocamera anteriore è leggermente migliore sul Nexus che non sull’iPad Mini.

Per quanto riguarda la connettività le reti a disposizione dei due tablet sono simili, con la differenza che l’iPad Mini nel modello 3G non consente di telefonare ed inviare SMS mentre il Nexus ci da questa possibilità.

I prezzi

Sul fronte del costo dei dispositivi, le cose sono decisamente a favore del dispositivo messo in commercio da Google.

Si parte infatti da una base di 229 euro per il modello 16 GB contro i 389 euro richiesti dalla versione base, anch’essa da 16 GB, dell’iPad Mini, a salire di 90 euro per ogni modello superiore dell’iPad, di 40 euro per ogni modello superiore del Nexus.

Conclusioni

Volendo fare delle considerazioni alla luce delle caratteristiche analizzate, possiamo dire che nonostante la potenza leggermente maggiore l’iPad Mini è decisamente troppo costoso rispetto ad un Nexus 7.

A meno che siamo interessati, quindi, ad un dispositivo facente parte dell’ecosistema iOS (con iCloud, iTunes, compatibilità con i Mac) o ad un dispositivo piuttosto potente, il dispositivo Google risulta perfetto per compiere operazioni “normali” come navigare su internet, leggere, frequentare social network ed avere accesso alla nostra posta.

 

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons