iPad: le migliori App per lo storage cloud

Le migliori app per salvare file su internet

Tra le caratteristiche che contraddistinguono il nostro iPad, una di quelle che preferisco è l’elevato grado di trasportabilità del dispositivo.

Possiamo portarlo con noi ovunque, e tra l’altro accenderlo e lavorare anche nei posti più impensati, come alla fermata dell’autobus.

Per questo sarebbe bello poter immagazzinare tantissimi dati nel dispositivo, anche più di un computer; il problema è che la memoria dell’iPad non è grandissima, e i modelli più capienti sono anche molto costosi.

Una soluzione, attuabile specialmente se abbiamo spesso internet a disposizione, è lo storage cloud, ovvero l’utilizzo di app che consentano la copia di file su uno spazio web messo a disposizione da alcune aziende.

Su App Store troviamo delle app che consentono di fare ciò e in questo articolo vi parleremo di quelle che preferiamo.

  • Come regola generale, possiamo importare qualsiasi tipo di file in queste applicazioni, così come possiamo esportarli; ad esempio, possiamo aprire un file Pages in una qualsiasi di queste applicazioni per salvarlo online e cancellarlo dall’iPad. Quando, in futuro, ne avremo nuovamente bisogno, sarà sufficiente sfruttare dall’app il tasto “Apri in…” per aprire di nuovo il file in Pages.

DropBox

Parlando di storage cloud, DropBox è probabilmente l’app più conosciuta. Sono molti gli utenti che hanno già un account su questo servizio poiché se riusciamo ad invitare un amico lo spazio a nostra disposizione gratuito aumenterà.

L’app per iPad si scarica da questo indirizzo e consente di navigare tra le cartelle inserite nel nostro spazio personale e di visualizzare alcuni tipi di file, come le immagini o i file Word, direttamente dall’app, ma non di modificarli. Tutti i file potranno poi essere aperti nelle altre app presenti sul nostro iPad.

Purtroppo la funzionalità di navigazione tra le cartelle non è ottimale ed è un po’ macchinosa, con le icone visualizzate a colonna; ci sono app migliori, ma prima o poi dovrete scaricarla comunque visto che la utilizzano praticamente tutti.

Google Drive

Altro servizio di storage molto famoso, di proprietà di Google.

Al momento offre molto più spazio di archiviazione gratuito rispetto agli altri servizi, raggiungiamo infatti i 15 GB a disposizione, e le offerte per aumentare lo spazio sono piuttosto economiche, qualora ne avessimo bisogno.

C’è però da dire che questo spazio viene sfruttato anche dagli altri servizi Google, come gli allegati di posta elettronica o le foto particolarmente grandi che carichiamo in Google+; questo fa sì che i GB di archiviazione possono esaurirsi molto più in fretta e involontariamente rispetto agli altri servizi.

Per quanto riguarda l’app, si scarica da questo indirizzo, è compatibile con iOS 7 e consente di visualizzare i file in maniera migliore rispetto a quanto troviamo su DropBox, anche se ci sono alcuni problemi nello spostarli dalle cartelle personali a quelle condivise con gli amici. Da migliorare, quindi, ma comunque una buona app.

OneDrive

Un altro servizio cloud interessante è quello messo a disposizione da Microsoft, OneDrive, in precedenza chiamato SkyDrive, che si può scaricare da questo indirizzo.

I GB messi a disposizione sono meno rispetto a quelli proposti da Google Drive, 7 GB gratuiti, e l’app presenta alcuni problemi nel funzionamento, per questo ci sentiamo di consigliarla solamente a chi fa largo uso di app Microsoft dal proprio iPad.

Se avete sottoscritto un abbonamento ad Office 365, essenziale per utilizzare Word, Excel e PowerPoint per iPad, avrete più spazio a disposizione del normale e soprattutto i vostri file saranno salvati direttamente su OneDrive dalle tre app Office, in modo da poterli trovare già lì senza il bisogno di doverli caricare fisicamente.

Funziona bene, quindi, se utilizziamo gli altri servizi messi a disposizione dalla società o se utilizziamo sia l’iPad che un dispositivo Windows Phone, mentre se non utilizziamo queste cose conviene affidarci agli altri servizi di cloud storage di cui vi abbiamo parlato.

Documents 5

Documents 5 non è propriamente un’app per il cloud storage, ma è quella che personalmente utilizzo di più e che risulta più simile a quanto possiamo trovare su un computer.

Di per sé è un’app per la visualizzazione dei documenti e dei file in generale, che possono essere organizzati per file e cartelle; abbiamo la possibilità di aggiungere, sulla sinistra, il nostro account Cloud a scelta tra tantissimi servizi e quindi accedere ai file in esso contenuti direttamente dall’app.

La cosa più bella è che semplicemente scegliendo un file e trascinandolo con il dito potremo passarlo rapidamente dall’app in locale al servizio di storage e viceversa, il tutto in modo molto intuitivo e veloce, molto di più rispetto a quanto potremmo fare con le altre app.

Ovviamente necessita l’iscrizione ad almeno un servizio di cloud storage, non disponendo di uno spazio proprietario, ma si tratta di un’ottima soluzione per chi necessita spesso dei file salvati su servizi cloud.

Documents 5 è creata da Readdle e si può scaricare da questa pagina di App Store.

 

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons