iPad carica lentamente: soluzione ai problemi

Come caricare l'iPad più velocemente

Se devo parlare a qualcuno di una caratteristica positiva degli iPad, per prima cosa nominerei sicuramente la batteria.

Fin da quando fu commercializzato il primo modello, infatti, Apple ne ha fatto un punto di forza del prodotto e questa caratteristica dura, grazie al miglioramento delle capacità delle batterie, fino ai modelli più recenti.

Può però capitare che, nonostante la durata della batteria rimanga sempre eccellente, sia la carica ad essere più lenta del solito, e questo potrebbe far sì che la mattina, quando dobbiamo uscire, la batteria non sia al livello massimo e la carica non duri per tutta la giornata.

Le cause di questo problema possono essere varie, dalle più banali a motivi molto insidiosi: vediamole insieme cercando di risolvere il problema.

Piccole accortezze a cui fare attenzione

In generale, la ricarica dell’iPad è piuttosto lenta, e per questo motivo è consigliato di ricaricarlo la notte, quando non ne abbiamo bisogno.

Il concetto di “notte” è però molto variabile, visto che potrebbe succedere di metterlo in carica alle 2 di notte per toglierlo poi alle 7 di mattina: è chiaro che probabilmente non troveremo il dispositivo carico, ma dipende semplicemente dal fatto che il tempo di carica è stato troppo poco. Facciamo quindi attenzione al numero di ore effettive di carica, perché potremmo essere di fronte ad un falso problema.

Altra piccola cosa a cui prestare attenzione è il posizionamento del cavo di ricarica, in particolare negli iPad delle prime tre generazioni che usano il dock a 30 pin, piuttosto larghi; inseriamo bene il dock nell’iPad perché se lo infiliamo un po’ storto, sullo schermo del dispositivo comparirà la scritta “Non in carica” al posto della batteria con la saetta (in alto a destra); questo significa che l’iPad sta caricando ma molto, molto, lentamente.

Da ricordare poi che il tempo di ricarica degli iPad più vecchi è inferiore rispetto ai nuovi; non allarmiamoci quindi se un iPad nuovo si carica lentamente, è semplicemente una caratteristica hardware normale.

Problemi di tipo software

La ricarica lenta può poi dipendere dalle app aperte e da ciò che facciamo con il nostro iPad mentre sta caricando. La corrente, infatti, carica la batteria e la batteria alimenta i chip del dispositivo. Se utilizziamo l’iPad mentre questo è in carica, contemporaneamente lo caricheremo e scaricheremo.

Proviamo a chiarire con un esempio: se la carica fornisce un 20% di batteria all’ora e noi utilizziamo l’iPad per un 10% di batteria all’ora, la carica sarà del 10% all’ora, quindi metà della velocità normale.

Per velocizzarla al massimo utilizziamo l’iPad il meno possibile, lasciamo la luminosità al minimo (se non vogliamo spegnere lo schermo) ed inseriamo la modalità aereo, visto che le varie connessioni consumano batteria. Inoltre è buona regola chiudere le app in background tramite un doppio tap sul tasto Home, che così non consumeranno inutilmente batteria durante la carica.

Problemi di tipo hardware

Il problema della velocità di ricarica può però dipendere anche dagli accessori che abbiamo, e che probabilmente andranno sostituiti.

Non parlo dei problemi relativi alla batteria, perché di solito i sintomi sono altri (scaricamento molto più rapido del solito, perdita improvvisa di punti percentuali e via dicendo) ma di trasformatore e cavo di ricarica.

Per quanto riguarda il trasformatore, questo potrebbe innanzi tutto essere danneggiato, anche se generalmente smettono proprio di funzionare; per essere sicuri possiamo comprarne un’altro (non costano molto) e mal che vada avremo un trasformatore di riserva.

Il problema più comune è però che molti utenti utilizzano il trasformatore dell’iPhone/cellulare invece che quello dell’iPad: i trasformatori dei telefoni hanno un amperaggio minore rispetto a quello dell’iPad; fanno in pratica passare meno corrente rispetto agli altri e la ricarica, di conseguenza, risulta più lenta. Facciamo attenzione quindi ad utilizzare il trasformatore per iPad quando ricarichiamo il dispositivo.

L’ultima causa hardware a cui è imputabile la lentezza della ricarica è poi il cavetto danneggiato. Questo, a meno che sia rotto di netto (e allora non funzionerà più) potrebbe essere parzialmente danneggiato, ovvero potrebbero essere rotti alcuni dei microfilamenti interni ma non tutti. In questo modo, la corrente passerà più lentamente del normale e la ricarica sarà più lenta.

Possiamo quindi acquistare un nuovo cavo, ma possiamo anche cercare di capire se è questo il problema; il cavo Apple di solito si rompe in concomitanza con l’ingresso USB o con il connettore Lightning/Dock a 30 pin. Osserviamo bene se all’attaccatura della gomma con la plastica sia presente qualche taglio e se qualche filo esce fuori: in questo caso è arrivato il momento di acquistare un nuovo cavo di ricarica per risolvere il problema.

 

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons