iPad Air americano funziona in Italia?

Possiamo utilizzare in Italia un iPad Air americano?

Ogni anno, in concomitanza con l’uscita dei nuovi prodotti Apple, siano essi Mac, iPad o iPhone, sono molti gli utenti che cercano di capire se sia possibile risparmiare sull’acquisto.

Una delle mosse più comuni è andare a valutare se modelli comprati in un paese straniero possano funzionare anche nel nostro.

Il paese che va di gran lunga per la maggiore è l’America. I prodotti Apple costano, nel paese di Obama, decisamente meno.

Esistono due gruppi di iPad che dovremo analizzare per rispondere al quesito posto: il primo è l’iPad solo Wi-Fi, il secondo è l’iPad Wi-Fi + Cellular.

iPad Air Wi-Fi

Si tratta della situazione più semplice di cui parlare. Acquistare un iPad senza possibilità di inserire una SIM lo renderà universale ed utilizzabile in qualsiasi paese, in quanto non ci sono incompatibilità con le reti Wireless.

Se come funzionamento non ci sono problemi, dobbiamo valutare bene la garanzia, in quanto la garanzia americana non è valida in Italia, e considerare che il caricatore americano non è compatibile con le nostre prese elettriche e va quindi acquistato un caricabatterie a parte.

Per tornare alla nostra domanda, comunque, acquistando un iPad Air Wi-Fi non avrete alcun tipo di problema di compatibilità.

iPad Air Wi-Fi + Cellular

Leggermente più complesso è il caso della versione del dispositivo in cui possiamo inserire una SIM.

Infatti, se per quanto riguarda il Wi-Fi non incontreremo problemi nemmeno in questo caso, li avremo nella parte telefonica, o meglio della navigazione Mobile (visto che l’iPad non consente di telefonare).

Spesso, infatti, gli iPad sono venduti in America con contratto legato ad uno specifico operatore telefonico, ovvero sono SIM-Locked: se prendiamo un dispositivo del genere funzionerà tutto tranne la scheda SIM, non essendo presente in Italia l’operatore americano.

Mentre questa “regola” era canonica con i precedenti modelli di iPad, con l’iPad Air è venuta a crearsi un po’ di confusione.

Alcuni utenti americani infatti hanno provato a sostituire la SIM del proprio dispositivo con quella di un altro operatore per vedere se il supporto ad una SIM ci fosse oppure no.

Risultato: per alcuni operatori, appena inserita la SIM di un operatore diverso l’iPad Air si è auto-configurato e l’utente ha potuto utilizzarlo senza problemi; per altri operatori, invece, è comparso un messaggio di Apple con scritto che la SIM inserita non era compatibile, invitando l’utente ad inserirne un’altra.

Si parla quindi di iPad Air bloccato parzialmente, e fino a conferme “su campo” con ogni singolo operatore italiano non possiamo sapere se il dispositivo funzionerà oppure no.

Le soluzioni quindi sono due: acquistare un America un iPad con la possibilità di inserire una SIM ma senza SIM al momento dell’acquisto, quindi acquistare una scheda italiana una volta tornati, oppure eseguire il processo di sblocco SIM (al momento purtroppo non disponibile per l’iPad Air).

Se seguiremo questo ultimo passo potremo avere un iPad con connessione cellulare perfettamente funzionante; acquistando invece un iPad con abbonamento americano… Sarebbe, se inseriamo la SIM di un operatore telefonica “non compatibile”, come acquistare un iPad con la sola connessione Wi-Fi.

 

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons