Loading...

iOS 15: tutto quello che c’è da sapere (Seconda Parte)

Nella prima parte abbiamo scoperto quali sono le novità più importanti offerte da questo nuovo aggiornamento da parte di Apple.

Ma i cambiamenti non sono finiti qui! Scopriamo cos’altro è cambiato nella quindicesima versione del sistema operativo supportato da iPhone.

FaceTime: sempre più connessi 

Per quanto riguarda FaceTime, Apple ha voluto introdurre la modalità “Share play”. 

Grazie alla sua funzione di presentazione schermo, si potrà visualizzare la schermata del dispositivo che ha attiva questa opzione senza subire ritardi ai dispositivi che lo stanno guardando. 

Inoltre si potrà ascoltare anche la musica contemporaneamente ad altri utenti e si avrà la regolazione automatica del volume quando il nostro dispositivo rivelerà il suono della nostra voce. 

L’unica pecca di questa funzione è il fatto che entrambi dovranno essere dotati di un abbonamento

Le immagini di FaceTime saranno migliorate grazie alla modalità ritratto, che d’ora in poi non sarà riservata solo alla fotocamera. 

L’audio ridurrà i rumori se si attiva la funzione prestabilita e, al contrario, l’opinione audio ad ampio spettro ci darà la possibilità di rilevare altri suoni oltre alla voce di chi sta parlando. 

Da sempre FaceTime è stato riservato ai dispositivi iOS

Grazie a iOS15, però, tramite un link generato automaticamente, potranno partecipare a questo tipo di chiamata anche i software Android

Organizzazione della libreria foto ancora più efficiente 

Per organizzare foto e documenti, questo nuovo aggiornamento mette a disposizione l’organizzazione automatica.

Il nome del contatto che ha inviato una foto o un link o ancora un documento verrà aggiunto al contenuto multimediale. 

Sempre su iMessage le foto verranno visualizzate in sequenza quando il mittente ne invierà più di una. 

Mappe: mai state così dettagliate

L’applicazione “mappe” ha subito un cambiamento totale: le mappe, sia locali che non, sono diventate molto più complete offrendo una visione a 360º e a 3 dimensioni dei luoghi che stiamo esplorando. 

Si potranno anche impostare gli orari in cui bisogna arrivare e partire da un determinato luogo, in modo tale da vedere il tempo necessario al percorso per il possibile traffico o la presenza di eventuali incidenti

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2022 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons