Game of Thrones per iPhone: recensione e download

Recensione completa di Game of Thrones: Ascent per iPhone

Game of Thrones, conosciuta nel nostro paese come Il Trono di Spade, è una delle serie televisive fantasy che sta riscuotendo maggior successo in questi anni.

La serie è stratta dalla saga Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco di George R. R. Martin, la cui complessa ed articolata trama ruota intorno a guerre ed intrighi delle più ricche e potenti famiglie dei Sette Regni per la conquista del Trono di Spade, ovvero il trono del Re che permette di controllare l’intero continente occidentale.

La saga, purtroppo ancora incompiuta, ha avuto molto risalto proprio grazie alla serie televisiva trasmessa ormai da alcuni anni, che ha saputo cogliere molto bene lo spirito dei libri e seguirne la trama in maniera costante, a differenza di quanto successo con altre serie.

Era quindi inevitabile l’approdo anche nel campo dei videogiochi, con un capitolo creato appositamente per il nostro iPhone.

Game of Thrones: Ascent

Game of Thrones: Ascent è il titolo che gli sviluppatori hanno dato al gioco per iPhone dedicato alla serie.

Si tratta di un titolo piuttosto particolare, in quanto non è prevista alcuna scena d’azione ma ci troveremo davanti, né più né meno, un gioco gestionale.

Sistema di gioco

Nel gioco interpreteremo un nuovo lord dei sette regni ed andremo ad interagire con i personaggi più amati della trama.

All’inizio ci verrà presentato un tutorial, che ci aiuterà a prendere confidenza con i menu e con le schermate del gioco; tuttavia, vista la complessità e le tante cose da fare, sarà piuttosto dura imparare in questi pochi minuti, e le tante opzioni a disposizione verranno scoperte più avanti, durante il gioco vero e proprio.

Superata questa prima fase potremo creare il nostro personaggio e la nostra casata, con tanto di stemma personalizzato; potremo decidere anche dove posizionare il nostro castello, e da questo dipenderà la nostra fedeltà ad una delle famiglie più potenti come i Lannister, i Tully o gli Stark.

Il gioco è, in pratica, un’avventura testuale che si inserisce molto bene nel contesto della trama. Ci verranno proposte una serie di missioni, che potremo completare semplicemente navigando attraverso i menu, acquisendo così punti e denaro da poter spendere nei miglioramenti.

Potremo così ottenere forza militare, ma anche culturale per cercare di ingannare le altre famiglie; potremo sposare noi stessi o dare in sposi i nostri figli a membri di altre casate per rafforzare le nostre alleanze; potremo poi stringere alleanze o romperle, con le dovute conseguenze, adorare i vecchi o i nuovi dei, tramare per rovesciare il potere della famiglia a cui siamo legati.

Superato il quinto livello avremo poi anche la possibilità di scontrarci militarmente con altri giocatori reali, via internet, ed ogni vittoria ci darà accesso ad una quantità di denaro aggiuntivo da utilizzare per i nostri scopi.

Caratteristiche tecniche

A livello tecnico, Game of Thrones Ascent offre ben poco.

La musica è normale, quindi fa da sottofondo ma non è nulla di particolarmente spettacolare rispetto a quella che possiamo sentire nella serie televisiva; gli effetti sonori ci sono ed accompagnano le nostre azioni, ma visto il sistema di gioco le cose sono anche qui ridotte molto all’osso.

La grafica, come abbiamo già detto è in pratica una serie di immagini; ciò che viene mostrato fa la sua figura nel contesto, ma dimentichiamoci ogni tipo di movimento tridimensionale o esplorazione. Potremo personalizzare il nostro avatar, il nostro castello e il nostro stemma, ma si tratta sempre e comunque di immagini statiche.

Conclusioni

I tie-in, ovvero i giochi creati sulla scia di film o serie televisive di successo, sono sempre giochi piuttosto controversi.

Game of Thrones: Ascent non è da meno, in quanto contiene un sistema di gioco semplice ma molto profondo, e ogni nostra scelta implicherà un cambiamento della trama; in pratica saremo noi a scrivere la nostra personale storia nelle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco.

Il problema principale è che il tutto è completamente in lingua inglese: non esiste alcun tipo di traduzione, e questo può rappresentare un problema per chi non conosce la lingua, per cui sarà assolutamente impossibile giocare a questo gioco.

L’altro problema è la presenza onnipresente degli acquisti in-app: nel gioco, con il denaro guadagnato, potremo effettuare migliorie agli edifici e alle milizie del nostro casato, ma per portarle a termine dovremo aspettare molto tempo. Le cose potranno velocizzarsi molto grazie all’oro, che purtroppo potremo ottenere solamente grazie alla spesa di soldi reali.

Non è assolutamente necessario effettuare gli acquisti, ma sicuramente velocizzeranno molto lo scorrere del tempo e non dovremo aspettare a volte anche giorni per completare le missioni.

Il mio personale giudizio è un po’ controverso, perché spingendo in qualche modo il gioco, soprattutto con la traduzione, avremmo potuto avere un prodotto qualitativamente molto, molto superiore. Un vero peccato.

Game of Thrones: Ascent è comunque gratuito, e vi invitiamo a farvi una vostra opinione, scaricandolo tramite questo indirizzo.

 

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons