E Huawei rubava i dipendenti ad Apple…

huaweiHuawei, azienda che si è affacciata in modo piuttosto prepotente nel mercato degli smartphone, sembra voler fare davvero sul serio. Il gruppo cinese, infatti, dopo aver conquistato in pochissimi mesi il terzo posto come produttore di telefoni smart (sono i numeri a parlare) sembra voler puntare anche a quello che è lo stile Apple, quello che ha permesso agli smartphone dell’azienda di Cupertino di essere leader non solo delle vendite, ma anche dello stile.

L’azienda cinese avrebbe infatti portato in casa Abigail Brody, una delle ex direttrici creative della mela morsicata, che prima di passare al colosso cinese aveva lavorato in Apple per ben 10 anni, partecipando anche allo sviluppo del primo iPhone.

Passata poi ad Ebay, è rientrata successivamente in Apple, creando, a detta di chi ci ha lavorato creando punti fondamentali e importanti degli smartphone di Cupertino.

Huawei in America

Quello che più stupisce, e che raramente si era visto fino ad oggi, è che Huawei, per recuperare il gap dei produttori cinesi nei confronti di quelli americani e coreani, ha deciso di investire, e forte, andando a pescare però i talenti proprio alla fonte, ovvero nella Silicon Valley.

Le vendite vanno a gonfie vele

Nel frattempo le vendite vanno davvero a gonfie vele, con il colosso cinese che nella specifica classifica di dispositivi distribuiti si posiziona proprio dietro a Samsung e ad Apple, facendo registrare però un +200% rispetto al trimestre precedente. Numeri semplicemente da capogiro, che sembrano dare ragione alle politiche di Huawei, concentrata per il momento più sulla qualità che sui margini di profitto, concentrata ad offrire sul mercato un prodotto che sia innanzitutto innovativo ed elegante, e non semplicemente una copia di quelli di Apple o di Samsung.

Per ora l’alchimia c’è e i prodotti di Huawei si presentano sul mercato come i più interessanti dell’universo Android, quelli con cui dovranno fare i conti soprattutto gli altri produttori dell’universo Google.

Non c’è solo più Apple, per intenderci, negli incubi di Samsung, ma ora anche il colosso cinese, che potrebbe essere un ibrido davvero interessante e che potrebbe mescolare le carte in tavola del mercato smartphone dopo tanto, tanto tempo.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons