Loading...

Coronavirus e produzione in Cina: a breve in ripresa per Apple

Il coronavirus e la paura generale hanno influenzato anche la produzione e il commercio. I mercati sono impazziti e non sono pochi i disagi generati da una problematica del genere.

Ovviamente anche Apple ha subito qualche seccatura, a causa del notevole disagio, generato dalla paura del contagio. Vediamo ora di capire come e quanto i fornitori riprenderanno a lavorare normalmente per la nota casa di Cupertino. Continua a leggere.

Sulla via della ripresa

Come anticipato, siamo sulla via della normalizzazione. I fornitori di Apple pensano di riuscire a riprendere la produzione per l’autunno per quanto riguarda la produzione in Cina.

Nonostante l’epidemia di coronavirus e la paura dilagante nel paese, sembra che tutto tornerà presto alla normalità e che la produzione sarà ripristinata.

Le strutture in tutta la Cina si potranno riavviare normalmente e, pare, persino nei tempi previsti. Questo è quello che si sente negli ultimi rumors. Quanta Computer Inc., LG Display Co e Inventec Corp. potrebbero riuscire a tornare al lavoro anche prima dei tempi prestabiliti.

Il coronavirus è stato un vero disagio per Apple, dato che la maggioranza degli iPhone di Apple sono prodotti in Cina e i fornitori sono quasi tutti cinesi.

La produzione si concentra soprattutto nello stabilimento di Zhengzhou della Foxconn e, per l’assemblaggio, nello stabilimento di Pegatron, vicino a Shanghai.

Anche se entrambe le località sono ad oltre 500 chilometri da Wuhan, epicentro dell’epidemia, la preoccupazione è comunque molto alta. Foxconn cerca di rassicurare e ha affermato di recente che l’epidemia virale non ha avuto un impatto ampio.

Foxconn, infatti, ha anche fabbriche in altri paesi come: India, Vietnam, e Messico, che sono riuscite a colmare il divario, senza far sentire troppo il peso dello stop cinese.

Apple ha annunciato di aver temporaneamente chiuso tutti i suoi uffici e centri in Cina proprio a causa del coronavirus di Wuhan, ma presto tutto tornerà normale.

La casa di Cupertino ha circa 10.000 dipendenti in Cina e l’epidemia di coronavirus di Wuhan è stata un’emergenza anche per Apple. Pare, però, che l’allarme stia pian piano rientrando e che, poco a poco, si tornerà alla normalità.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2020 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons