Conviene installare iOS 8 su iPad 2?

Installare iOS 8 su iPad 2 è conveniente?

Il nuovo sistema operativo per iPhone e iPad, iOS 8, ha suscitato la curiosità e l’attenzione di molti utenti. Infatti le nuove funzioni presentate porteranno i nostri dispositivi a poter essere utilizzati in un modo molto più comodo.

Mi riferisco in particolare a funzioni come le notifiche interattive, che ci permettono ad esempio di rispondere ad una mail o ad un messaggio Facebook senza uscire dall’applicazione, ma anche a servizi come HandOff e Continuity, che permettono di avere un’integrazione tra i dispositivi Apple mai vista prima.

Insomma, una serie di novità decisamente interessanti, così come il numero di dispositivi compatibili: veramente tanti, tra cui l’iPad 2, per cui iOS 8 rappresenta il quinto sistema operativo che riesce a girare, anche se probabilmente sarà l’ultimo.

Però, in questo specifico caso, non è detto che aggiornare sia una buona cosa. Questo perché sui dispositivi più datati c’è il rischio di avere dei rallentamenti, e inoltre non tutte le funzioni disponibili in iOS 8 poi funzioneranno su iPad 2, a causa di caratteristiche tecniche non eccelse.

L’aggiornamento è quindi un processo da valutare bene, prima di effettuarlo, perché al momento in cui scrivo Apple ha già bloccato la possibilità di installare iOS 7.1.2 sui propri dispositivi; insomma, se installiamo iOS 8 non si torna indietro.

I rallentamenti

Il malfunzionamento generale del dispositivo dopo l’aggiornamento è probabilmente il fattore che preoccupa maggiormente gli utenti.

Le opinioni di chi ha già installato iOS 8 su iPad 2 sono discordi: qualcuno dice che non ci sono problema, qualcun altro accusa crash di app molto superiori al passato e rallentamenti generali nell’utilizzo delle app.

Tutto dipende, naturalmente, da quante e quali app utilizziamo. In generale, iOS 8 è progettato per funzionare al meglio su dispositivi con 1 GB di Ram, mentre l’iPad 2 ne ha esattamente la metà. Se, in questo modo, siamo soliti utilizzare app “leggere” come iBooks o Mail, o al massimo Safari per navigare su internet, sarà molto difficile trovare rallentamenti mentre eseguiamo le operazioni e sarà possibile sfruttare al meglio anche le notifiche interattive.

Se, viceversa, utilizziamo giochi piuttosto pesanti o anche app che richiedono un discreto quantitativo di memoria (anche la suite iLife, ad esempio) ci sta che mentre stiamo per rispondere ad un messaggio Facebook senza uscire dall’app, ci sia un bel blocco generale che chiuderà sia l’app che stiamo utilizzando, sia il centro notifiche, facendoci perdere più tempo di quello che avremmo impiegato ad aprire Facebook per rispondere al messaggio, esattamente come accadeva con iOS 7.

Insomma, tutto dipende dall’utilizzo che fate del vostro iPad 2; sappiate che nel caso in cui aggiornaste, per usare alcune app pesanti avrete probabilmente bisogno di mettere il dispositivo in modalità aereo per lasciare più memoria alle app; a voi la scelta, dunque.

Le funzioni non disponibili

Non tutte le funzioni di iOS 8 sono disponibili su iPad 2, a causa delle limitazioni hardware.

Fortunatamente per i possessori di questo modello, non sono funzioni basilari, il che potrebbe comunque portare ad eseguire l’aggiornamento anche sopportando qualche rallentamento.

Alcune funzioni non disponibili saranno quelle riguardanti la fotocamera (le foto panoramiche, il time-lapse, i filtri in tempo reale durante lo scatto) ma a questi dovremmo essere abituati visto che non erano nemmeno disponibili con iOS 7.

Non avremo la possibilità, inoltre, di utilizzare le funzioni che richiedono una connessione Bluetooth potente: niente AirDrop per scambiare i file con altri dispositivi iOS, ad esempio, ma questo lo sapevate già.

Inoltre niente HandOff e Continuity, le due funzioni per l’integrazione tra dispositivi iOS ed OSX: la prima, HandOff, consente di eseguire alcune operazioni disponibili solitamente su iPhone, come telefonare o inviare normali SMS, anche su iPad o Mac.

La seconda, Continuity, consente di utilizzare le app sull’altro dispositivo come se non avessimo cambiato affatto, in modo del tutto naturale. Inizio ad inviare una mail su iPhone e voglio proseguire su iPad, potrò farlo ripartendo esattamente dalla lettera che avevo appena scritto.

Come vedete, funzioni assolutamente non essenziali per l’utilizzo dell’iPad 2, la cui assenza non cambia minimamente il modo in cui abbiamo utilizzato fino a adesso il dispositivo; le funzioni più “ghiotte” di iOS 8, quindi, ci sono tutte.

Personalmente, visto che utilizzo l’iPad per scrivere, leggere, guardare video e giocare a cose non troppo pesanti, procederei con l’aggiornamento, ma come già detto tutto dipende dall’utilizzo che fate del dispositivo. A voi la scelta, quindi, alla luce di ciò che abbiamo detto.

PS: Aggiornando perderete definitivamente l’app iPhoto: se la utilizzavate molto, pensateci bene prima di procedere.

 

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons