Come bloccare un iPhone con Codice Imei

iphone rubatoGli iPhone possono essere purtroppo rubati con una certa facilità, e non tutti si preoccupano preventivamente di attivare opzioni come Trova il Mio iPhone, che anche se spesso non serve a trovarlo, ci permette di bloccarlo completamente e di renderlo inservibile per il ladro.

Si tratta di una modalità che, appunto, avremmo potuto dimenticare. Un tempo, prima degli smartphone, si ricorreva al blocco tramite IMEI. L’IMEI è il codice univoco che identifica un dispositivo mobile, e può essere utilizzato (a seconda del vostro operatore) per bloccare l’utilizzo del vostro iPhone quantomeno come telefono.

Rivolgersi al proprio operatore

Non esistono purtroppo misure e procedure standard per andare a bloccare un iPhone conoscendo solo il numero IMEI. In genere dovreste recarvi in uno dei rivenditori ufficiali del vostro operatore telefonico e, muniti di denuncia di furto fatta presso un Comando dei Carabinieri o una Stazione di Polizia, chiedere che venga effettuato il blocco dello smartphone tramite IMEI.

La richiesta sarà dunque inoltrata alla sede centrale del vostro operatore, che una volta esaminata, procederà con il blocco dello smartphone.

Bloccata solo la possibilità di collegarsi alla rete GSM/3G/4G

Il blocco IMEI però non è assolutamente in grado di andare a bloccare completamente il funzionamento dello smartphone. Una volta intervenuto il blocco, ovvero l’inserimento del codice IMEI del telefono nella blacklist degli operatori, per questo telefono sarà impossibile, a prescindere da quale SIM venga utilizzata, collegarsi alla rete e dunque telefonare o navigare in Internet.

Si tratta comunque di ben poca soddisfazione per chi si è visto rubare il proprio iPhone, dato che il sistema in questione sicuramente non aiuterà a rientrare in possesso del proprio iPhone rubato.

Occhio, perché si può anche cambiare IMEI

Sembra che ci siano delle procedure, molto diffuse nel mondo della ricettazione, che permetterebbero al nostro iPhone di cambiare IMEI. Si tratta di procedure relativamente complicate, che però comunque permettono di utilizzare un iPhone in blacklist come se nulla fosse.

Quando acquistate un iPhone usato, controllate sempre che l’IMEI sia valido e che comunque corrisponda con quello scritto sulla parte anteriore del vostro smartphone.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons