Apple Watch: i giovani non ne sono attratti?

apple watchApple Watch? Non piacerebbe ai giovani europei e più nello specifico agli italiani. Sarebbero queste le impressioni raccolte da diversi centri di studio, che fanno notare come Apple Watch stia stentando soprattutto in Europa e soprattutto nella fascia tra i 18 e i 25 anni, che invece in America sta trainando le vendite.

Una particolarità del Vecchio Continente? Pare di sì, anche se non possiamo sicuramente negare che qualche punto di criticità lo abbiamo incontrato anche noi. Oggetto per specialisti e appassionati di tecnologia? O potenzialmente prossimo best seller?

Lo staremo a vedere.

Il primo problema? Il costo

Si tratta di un costo aggiuntivo a quello di iPhone (che serve praticamente per forza per far funzionare al meglio Apple Watch). Un costo che tra le altre cose non è affatto esiguo. Si parte da 420€ a salire, una somma che spesso non è nella disponibilità dei giovani.

Il primo ostacolo, quasi insormontabile, sembra dunque quello del costo: troppo alto per i giovani.

Il secondo problema? Noi più pigri degli Americani

Ovviamente non di tutti, ma è un fatto con il quale sicuramente fare i conti. Gli Americani, soprattutto in quella fascia di età, tendono ad essere decisamente più interessati a quello che è il mondo del fitness e del cardio-fitness. Questo si traduce in un interesse decisamente minore da parte dei nostri giovani rispetto ad un oggetto che ha, come funzionalità principali, quello di tenere sotto controllo battito cardiaco, spostamenti e consumi.

Il device, per chi non è sportivo, perde decisamente di interesse e questo è un fatto acclarato.

Preferiamo oggetti più… stilassi

Sarà anche bello Apple Watch, ma la verità è che a quei prezzi si possono comprare orologi davvero belli. Gli italiani poi, appassionati da sempre di stile e design, difficilmente sono riusciti a farsi scendere quello che è un oggetto sì bello, ma che comunque ha uno schermo digitale come quadrante, con tutto quello che ne consegue.

Un prodotto difficile

Apple Watch è sicuramente un prodotto difficile, uno di quelli che Apple venderà sicuramente in buoni numeri (l’azienda si aspetta almeno 13 milioni di unità vendute per il primo anno) ma che non riuscirà, almeno nel breve periodo, a diventare quell’importantissimo device che magari qualcun altro si aspettava.

Dovremo con ogni probabilità aspettare tempi migliori, magari con la seconda uscita del dispositivo, che metterà a nostra disposizione, pare, più batteria e tempi di ricarica più brevi.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons