Loading...

Apple: visore VR/AR dettagli da scoprire

Il primo visore è progettato per essere lanciato nel mercato nel 2022, con un’ulteriore versione più raffinata ed elegante negli anni a seguire.

Nel frattempo, importanti dettagli sono stati snocciolati soprattutto per quanto riguardano i conflitti in casa Apple.

Nome in codice N301

Tra Mike Rockwell, l’esecutivo che fa capo ai mille membri di Apple che si occupano dello sviluppo del visore, e Jonathan Ive, ex capo designer, ci sono stati scontri e disaccordi sul prodotto, soprattutto per quanto concerne gli aspetti fondamentali dello stesso.

Il suo nome in codice è N301 e il suo destino sarebbe stato quello di essere un dispositivo ultra potente, in grado di elaborare velocemente e permettere una grafica di altissimi livelli; una tecnologia così tanto avanza da mettere in secondo piano l’estetica e l’leganza del visore.

Da una parte dunque era schierato Rockwell che con il suo gruppo di sviluppatori aveva come progetto un hub fisso separato dal visore. Una specie di Mac in miniatura che, collegandosi al visore in modalità wireless avrebbe permesso allo stesso di sfruttare le massime prestazioni.

Dall’altra parte invece Ive suggeriva al team di non creare un dispositivo separato ma di poterlo integrare in un unico oggetto chiedendo così di fatto di riprogettare l’N301, anche se questo significava sacrificare la potenza e le funzionalità.

Ovviamente Rockwell non si è mosso dalla sua posizione, spiegando come le prestazioni elevate del visore così come era stato ideato, avrebbero portato la Apple a dominare questo mercato.

Il tira e molla si è protratto per alcuni mesi finchè non è intervenuto direttamente Tim Cook, l’amministratore delegato che si è schierato a favore di Ive.

L’Etica vince su tutto

La motivazione è più etica che estetica; Tim Cook ha affermato che la Apple non vuole promuovere una tecnologia che porti l’utente ad alienarsi dal mondo reale per perdersi in una realtà virtuale.

Dallo scontro tra prestazioni e design quindi la seconda ne è uscita vincitrice, ma di certo la prima non ne è uscita perdente.

Questo perchè nonostante le minori prestazioni rispetto al progetto iniziale, i visori Apple sono dotati di altissima risoluzione e di altoparlanti cinematografici.

Prepariamoci allora a qualcosa di veramente straordinario!

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2020 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons