Apple risponde all’FBI: presto dispositivi che non potremo aprire neanche noi!

FBILa querelle tra FBI ed Apple ha tenuto banco su tutti i giornali del pianeta. La storia, per chi vivesse sulla Luna, la riassumiamo in breve: l’FBI ha chiesto ad Apple di sbloccare un iPhone i cui dati contenuti all’interno costituirebbero prova importante per gli inquirenti, con Cupertino che ha risposto picche, scatenando una coda di polemiche che ha raggiunto addirittura il dibattito tra i candidati alle primarie Repubblicane.

La questione non è di lana caprina, come vorrebbero farci credere le testate nazionali: secondo Apple creare una vulnerabilità alla sicurezza di iOS costituirebbe quello che Tim Cook, CEO dell’azienda, ha definito <<l’equivalente del cancro in campo informatico>>.

Se Apple dovesse inserire una backdoor ad uso e consumo dell’FBI (e delle altre agenzie che si occupano della sicurezza e della giustizia in America), si aprirebbe una spirale di insicurezza informatica che metterebbe a repentaglio ogni tipo di telefono Apple del pianeta.

Nulla, in aggiunta, ci garantisce che questa backdoor non sia utilizzata successivamente per questioni che con la legge hanno davvero poco a che fare.

Per evitare di tornare al centro della polemica, Apple starebbe approntando delle importantissime modifiche alla prossima versione di iOS, che renderebbe i dispositivi impossibili da sbloccare anche per la stessa Apple.

Sicurezza totale

Il mantra è quello della sicurezza totale dei dati degli utenti all’interno dei propri dispositivi. Si tratta di una mossa a sorpresa di Apple, mentre molte delle aziende informatiche e hardware degli Stati Uniti stanno accuratamente evitando di commentare quanto avvenuto, spesso per non perdere i contratti miliardari che arrivano dalle fonti governative.

I telefoni con le nuove versioni di iOS diventerebbero impossibili da sbloccare o da bucare anche per la stessa Apple, tagliando la proverbiale testa al toro e rendendo inutile, da qui in avanti, ogni tipo di richiesta delle autorità.

Staremo a vedere i metodi che Apple utilizzerà per garantire ciò: la cosa per noi utenti finali ha due tipi di ripercussioni, importanti, che sicuramente daranno adito a nuove polemiche.

In primo luogo diventerà ancora più difficile fare il Jailbreak, dato che la sicurezza del dispositivo sarà addirittura aumentata.

In secondo luogo, e questo forse è il lato estremamente positivo, i nostri dati diventerebbero, almeno virtualmente, sicuri al 100%. Staremo a vedere, la polemica, statene certi, non terminerà a breve.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons