App che si chiudono automaticamente: come risolvere

App che crashano, come risolvere il problema

Quando acquistiamo un nuovo dispositivo come un iPad o un iPhone 5S, che sono i modelli più performanti disponibili al momento, ci aspettiamo che tutto funzioni perfettamente.

E se per i dispositivi Apple in passato, almeno a ridosso dell’uscita sul mercato, era così, con i nuovi prodotti ed iOS 7 sono molti gli utenti ad aver riscontrato problemi.

Uno dei più gravi è il fatto che le app si chiudono automaticamente. Il problema è dovuto alla poca RAM messa a disposizione sui dispositivi, e in questo articolo cercheremo di risolvere il problema.

La RAM su iPhone e iPad

La quantità di memoria “volatile”, quella che serve per far girare le applicazioni, ammonta ad 1 GB su iPad Air ed iPhone 5S, così come sui modelli precedenti ad essi. Se questo quantitativo di memoria è sufficiente per far funzionare le singole app, quando ne apriamo più di una, con il multitasking attivo, la memoria a disposizione diminuisce.

Se poi aggiungiamo la ricerca dei file, gli sfondi dinamici, il parallax, iCloud, magari l’utilizzo di accessori bluetooth è facilmente comprensibile come le app non riescano ad avere la quantità di memoria necessaria al loro funzionamento. Il consiglio generale è quello di disattivare tutto ciò che non ci serve, e nel prossimo paragrafo andremo a vedere come modificare alcune impostazioni specifiche.

Come ridurre il numero di chiusure delle app

Tra le impostazioni specifiche che vi consigliamo di modificare, la prima è quella che troviamo in Impostazioni-Generali-Utilizzo: qui potremo avere una lista delle app che occupano più memoria (fisica) sul dispositivo e considerando che alcune si ricaricano costantemente in background alla ricerca di aggiornamenti, conviene eliminare quelle che non utilizziamo, che non può fare altro che bene all’iPad.

Relativamente a ciò che abbiamo appena detto, è buona norma anche più volte al giorno premere due volte il tasto Home e “lanciare” verso l’alto le app che non ci servono aperte. In questo modo smetteranno di ricaricarsi in background liberando così memoria.

In Impostazioni-Generali-Ripristina possiamo trovare la voce “Ripristina tutte le impostazioni”: questa voce rimetterà a nuovo tutte le impostazioni che possiamo aver modificato nel corso dell’utilizzo; dovremo poi cambiarle nuovamente, ma potremo capire quali possono dare problemi di chiusura delle app.

Per alcuni utenti sembra che il problema sia dovuto agli accessori bluetooth come le tastiere: disattiviamoli quando non ci servono e cerchiamo di vedere se i crash delle app diminuiscono quando non sono collegati.

Ultimo consiglio, un po’ più drastico, è quello di aggiornare ad iOS 7.1: nella nuova versione, rispetto ad iOS 7.0, Apple è riuscita a correggere molti problemi. Se non avete il jailbreak fatelo assolutamente, se lo avete magari pensate se sia il caso di perderlo per un’esperienza di utilizzo decisamente migliore.

 

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons