Loading...

Amazon e Apple: problemi con l’accordo?

Guai in vista per l’accordo tra Apple e Amazon? Sembra proprio di sì perché potrebbe davvero essere illegale. Una bella gatta da pelare per la casa di Cupertino e per il colosso delle vendite online.

Di certo un vero terremoto che fa quasi paura anche agli utenti che utilizzano i servizi di entrambi i soggetti in questione. Ma come è possibile e cosa sta succedendo?

Lo vediamo insieme nella nostra guida di oggi.

Amazon e Apple: contratto illegale?

Notizie della Federal Trade Commission sostengono che si stiano conducendo delle indagini e delle analisi negli Stati Uniti per quanto riguarda l’accordo tra Apple e Amazon.

Guai grossi per l’azienda di Cupertino che avrebbe causato gran numero di danni ai poveri venditori di terze parti, dopo aver iniziato a vendere direttamente su Amazon i propri prodotti.

Questo perchè dall’anno scorso Apple e Amazon hanno stipulato un accordo per iniziare vendere i prodotti della mela direttamente sull’e-commerce più famoso e potente di tutto il mondo.

Significa che iPhone, iPad, Mac e tutti i dispositivi Apple sono forniti direttamente dalla stessa azienda di Cupertino e nella maggior parte dei casi persino ad un prezzo inferiore rispetto a quello di altri rivenditori.

Un colossale calo nelle vendite per i venditori terzi a seguito dell’accordo tra le due enormi aziende leader sul mercato. E non basta, a breve solamente i reseller autorizzati dall’azienda di Cupertino potranno inserire i dispositivi su Amazon.

Per Apple: addio rivenditori terzi?

A partire dal 4 gennaio 2020 ogni prodotto Apple dall’e-commerce sarà venduto da Apple o da autorizzati dalla stessa. I rivenditori terzi dovranno smaltire i dispositivi che hanno in vendita su Amazon e rimuoverli dopo la data prestabilita.

Secondo alcuni questo tipo di accordo potrebbe essere illegale e sono partiti indagini e controlli. Molti rivenditori si sono piuttosto indispettiti e sono in attesa di notizie e chiarimenti.

Se le aziende fossero in torto dovrebbero risarcire migliaia e migliaia di dollari ai rivenditori terzi danneggiati da questo accordo, vedremo come andrà a finire. Non ci resta che attendere per scoprire come andrà a finire.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2019 - Scoprilamela.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons